2°Div/C. Play-out, Vibonese-Val di Sangro 1-0

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1849



VIBO VALENTIA. La Val di Sangro perde 1-0 a Vibo Valentia nell'andata della semifinale play-out. Il risultato va stretto ai padroni di casa, che hanno dominato in lungo e in largo la contesa per intensità, ritmo e azioni da gol create.
Male la Val di Sangro, troppo contratta ed incapace di creare seri grattacapi alla retroguardia calabrese. Tutto sommato fortunati gli abruzzesi, salvati più volte da uno strepitoso Ameltonis e dalla scarsa precisione sotto porta degli attaccanti vibonesi.
Centrocampo insufficiente in fase di costruzione del gioco ma soprattutto difesa troppe volte in difficoltà in azioni di contropiede avversario. Nella Vibonese, che ha affrontato il match al meglio delle proprie possibilità, da rimarcare la prova dell'imprendibile Tauà.
I sangrini, purtroppo, hanno dimostrato in pieno tutti i propri limiti tecnici e caratteriali lontano dal Montemarcone di Atessa. Non è un caso se ieri è maturata la quindicesima sconfitta esterna della stagione in diciotto incontri.
L'undici di Petrelli malgrado tutto ha raggiunto l'obiettivo primario della vigilia, quello di tenere aperto il discorso salvezza in vista del ritorno in casa. Tra le mura amiche la Val di Sangro ha sempre dimostrato di essere squadra di ben altra pasta rispetto quella spenta, fragile e senza idee dei match lontani dal Montemarcone. Al ritorno, in virtù del miglior piazzamento in classifica nella stagione regolare, ai biancazzurri sarà sufficiente una vittoria con qualunque scarto. Le chance di salvezza dunque sono ancora buone.
Petrelli da questo punto di vista avrà una settimana intera per preparare la squadra al meglio sia fisicamente sia mentalmente.

LA PARTITA

Le formazioni. Nella Val di Sangro il tecnico Petrelli conferma le indiscrezioni della vigilia e si affida ad un prudente 4-5-1. Ameltonis tra i pali. Linea difensiva a quattro con Sensi, Paolacci, Del Grosso e Mangoni. A centrocampo Epifani, Ruggiero e Perfetti centrali con Campli e Grillo a presidiare le corsie esterne. In avanti l'unico terminale offensivo è Memmo.
Nelle fila della Vibonese mister Galfano sceglie il 4-3-2-1. Dal primo minuto in campo Amabile, Ranellucci, Orefice, Pirrone, Bica, Bianciardi, Ruscio, Di Mauro, Melis, Di Franco e Tauà.
Dirige l'incontro Meli di Parma davanti a poco meno di mille spettatori.

Avvio buono per la Vibonese. Dopo pochi minuti la palla buona capita in piena area di rigore sulla testa di Tauà che manda alto. Al decimo ancora l'ex attaccante del Teramo pericoloso sotto porta con sfera ancora sul fondo.

Reazione Val di Sangro. Al sedicesimo la prima occasione degna di nota per gli ospiti. Grillo direttamente su punizione trova la pronta respinta di Amabile che si rifugia in corner.

Ancora Vibonese pericolosa. Dopo una ventina di minuti equilibrati per possesso palla, poco prima del riposo ancora padroni di casa insidiosi. Melis da fuori area, da posizione decentrata, lascia partire un destro a giro che termina la propria corsa all'incrocio dei pali. È l'occasione più ghiotta della prima frazione di gioco.

La ripresa. Nel secondo tempo non cambia l'inerzia del match con la Vibonese protesa in avanti alla ricerca del gol e la Val di Sangro in difesa a protezione dello zero a zero. Al quinto sciocchezza di Mangoni che calibra male il retropassaggio per Ameltonis, che in uscita disperata salva su Tauà. Passano pochi minuti e Di Franco dal limite trova la strepitosa risposta ancora dell'estremo difensore sangrino.

Il vantaggio della Vibonese. Al settimo i padroni di casa passano. Cross dalla sinistra per Pirrone che conclude al volo nel cuore dell'area di rigore, Ameltonis non trattiene e Tauà è il più lesto a ribadire la sfera in rete.

Val di Sangro vicina al pari. Corre il 20esimo quando i biancazzurri sfiorano il punto dell'uno a uno. Fiorotto di testa da buona posizione su lancio lungo non sorprende in pallonetto Amabile.

Finale difficile. Gli ultimi cinque minuti sono di autentica sofferenza per la Val di Sangro. Contropiede micidiale di Polito che a tu per tu con Ameltonis si lascia ipnotizzare dall'uscita del bravissimo portiere sangrino. Pochi minuti dopo lo stesso Ameltonis si supera su botta a colpo sicuro di Di Franco.
Nonostante questa sconfitta tutto è ancora possibile per la Val di Sangro, che avrà il vantaggio di ospitare domenica al fortino del Montemarcone la Vibonese nel ritorno play-out. In casa l'undici di Petrelli in diciassette incontri è stato sconfitto una volta sola ed ha ottenuto otto successi ed altrettanti pareggi. Le premesse per ribaltare l'uno a zero patito all'andata ci sono tutte, anche perché i calabresi sulla carta non sono certo superiori alla Val di Sangro sotto il profilo tecnico.

ANDATA DEGLI SPAREGGI SECONDA DIVISIONE GIRONE C

Andria-Gela 0-0
Valle del Giovenco-Catanzaro 0-0
Isola Liri-Manfredonia 0-3
Vibonese-Val di Sangro 1-0

Andrea Sacchini 01/06/2009 9.38