Giro d'Italia. Pellizzotti trionfa al Blockhaus. Buon terzo posto di Di Luca

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1549


CHIETI. Franco Pellizzotti ha vinto per distacco la XVII tappa da Chieti al temibile Blockhaus. 83 chilometri con coefficiente di difficoltà altissimo fino al traguardo situato ad oltre 1.600 metri di altitudine. Pellizzotti, 31 anni, ha ottenuto il primo successo quest'anno nel Giro d'Italia precedendo di 42'' Garzelli e Di Luca rispettivamente secondo e terzo all'arrivo in volata. Quarta la maglia rosa Menchov a 48 secondi, a seguire Basso, Sastre, Armstrong, Simoni e Leipheimer, tutti racchiusi nei due minuti di distacco.
Partenza da Chieti alle 15.00 circa e primi chilometri ovviamente di studio da parte dei principali uomini di classifica. Al decimo chilometri il primo attacco è opera di una decina di corridori, Voeckler, Rios e Visconti su tutti. Ai meno venticinque dal traguardo inizia la vera bagarre nel gruppo per riacciuffare i fuggitivi con Di Luca e Sastre tra i più attivi.
A quindici chilometri dall'arrivo resta soltanto Cardenas come battistrada con un vantaggio di meno di 20'' dal gruppo maglia rosa e Danilo Di Luca. Da qui scatti e controscatti che permettono l'aggancio a Cardenas da parte di Szmyd prima e Pellizzotti poi. Fallito invece il tentativo di Armstrong di agguantare i battistrada. Il tutto mentre il gruppo maglia rosa è ridotto a non più di venti corridori.
A dieci chilometri dal traguardo il gruppo maglia rosa, comprendente Sastre, Garzelli e Di Luca, perde Armstrong e si porta a 35'' di distacco da Pellizzotti. Situazione tutto sommato invariata fino ai meno due con Di Luca che prova l'attacco. Azione importante dell'abruzzese “accompagnato” da Menchov e Garzelli. Perde contatto invece Basso. Al traguardo vince in solitario con merito Pellizzotti, poi volata vincente di Garzelli su Di Luca e Menchov.
Buona prestazione del ciclista abruzzese, penalizzato però dal fatto che sia Menchov sia Garzelli, specialmente negli ultimi due chilometri, non hanno concesso cambi in testa al gruppo di inseguitori.
Alla premiazione qualche fischio per Menchov e soprattutto Garzelli
Niente di sconvolgente in classifica generale ma Danilo Di Luca ha rosicchiato qualche secondo importante alla maglia rosa Menchov. Cinque secondi più altri otto di abbuono al traguardo. Leader della classifica resta il russo con 26'' di vantaggio su Di Luca. Terzo ora è Franco Pellizzotti a due minuti. Basso quarto a 3'28'' con Sastre in quinta piazza a 3'30. Nelle prime posizioni chiude Leipheimer sesto quattro minuti e trentadue secondi dalla maglia rosa.
Oggi è in programma la XVIII tappa da Sulmona a Benevento di 182 chilometri. La frazione non è particolarmente impegnativa è prevede il Gran Premio della Montagna delle Cinque Miglia a pochi minuti dal via. In pole position per il successo di tappa, dopo il ritiro di Cavendish qualche giorno fa, c'è ovviamente Petacchi.
Per Di Luca non sono ancora tramontate le speranze di tornare in maglia rosa. L'ultima possibilità è l'ascesa di domani da Avellino al Vesuvio di 164 chilometri.

28/05/2009 9.35