Campionati Studenteschi di Scacchi. Buone prove per gli abruzzesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1934



TERRASINI. Dal 14 al 17 maggio si è svolta a Terrasini, provincia di Palermo, la finale nazionale dei Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi a squadre, organizzata dalla Federazione Scacchistica Italiana.
Ottimo risultato del Liceo Masci, che con la quarta posizione ha sfiorato il podio tra gli allievi misti. Buona anche la prova del circolo didattico di Guardiagrele tra le primarie femminili.
La competizione ha visto la partecipazione di 915 studenti dagli otto ai diciannove anni in rappresentanza di 184 scuole suddivise in quattro categorie distinte. Primarie, Medie Inferiori, Superiori Allievi e Superiori Juniores.
Ha partecipato, come già detto con buoni risultati, anche l'ASD circolo scacchi Fischer di Chieti che ha realizzato durante l'anno il progetto “scacchi a scuola”.
Il circolo didattico Guardiagrele ha gareggiato nella categoria femminile delle Scuole Primarie mentre il Liceo Masci, campione regionale in carica, ha preso parte al torneo riservato alla categoria Allievi maschile/mista delle Scuole Secondarie Superiori.
Su trentuno partecipanti la squadra del Masci, formata da Simone Basciani, Davide Rossi, Francesco Laviola, Marco Monti, Stefano Di Caro e Danilo Pierandrei con l'istruttore del Fischer Chieti Andrea Rebaggiani, ha ottenuto un ottimo quarto posto arrivando ad un passo dalla conquista del podio.
I teatini hanno disputato un torneo di vertice superando al terzo turno per 3-1 il liceo scientifico Einstein di Merano, uno dei favoriti al titolo di campione. Alla vigilia dell'ultimo incontro il Masci era secondo ma la sconfitta finale con l'Umberto I di Palermo ha costretto gli abruzzesi ad accontentarsi del quarto posto. Al termine del torneo Davide Rossi è stato premiato come miglior giocatore in seconda scacchiera.
Soddisfatto della prova del liceo Masci il tecnico Andrea Rebaggiani: «sono felice per questo grande risultato, anche se c'è un po' di rammarico per le partite sciupate all'ultimo incontro con il Palermo, che avrebbero potuto consegnarci l'incredibile titolo nazionale. Il nostro obiettivo era quello di entrare tra le prime dieci squadre italiane. Faccio un elogio ai ragazzi che si sono preparati scrupolosamente alla manifestazione. Con lo stesso impegno e dedizione sono convinto che i nostri giovani nei prossimi anni potranno confermarsi e migliorarsi ai vertici nazionali».
Il circolo didattico di Guardiagrele, invece, era composto da Marianna Colasante, Rossana Armellini, Rosmary Di Sipio Morgia e Linda Di Crescenzo. Le giovani scacchiste erano partite alla grande con un successo 3-1 sul Cagliari, poi nelle successive gare l'emozione della prima partecipazione a questa manifestazione e l'inesperienza hanno giocato un brutto scherzo.
«Al di là del risultato raggiunto sulle scacchiere» – commenta l'insegnante Zinetta Esposito – «abbiamo ancora una volta avuto conferma di come gli scacchi generino in modo naturale una molteplicità di insegnamenti fondamentali sia sul piano educativo sia su quello formativo».

22/05/2009 13.28