Giro d'Italia. La VI tappa vinta da Scarponi. Di Luca resta in maglia rosa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1754



AUSTRIA. La sesta tappa del Giro d'Italia è stata vinta per distacco dall'italiano Michele Scarponi. Sul traguardo, dopo ben 248 chilometri di corsa, il ciclista già vincitore di una tappa nella Tirreno-Adriatico ha staccato tutti dopo oltre 190 chilometri di fuga. Secondo all'arrivo di Mayrhofen im Zillertal è risultato il norvegese Boarsson Hagen a 32 secondi. Gradino più basso del podio per Allan Davis che ha preceduto un altro italiano, Pozzato.
A 36 secondi il gruppo maglia di rosa di Danilo Di Luca, che per il secondo giorno consecutivo ha conservato senza particolari difficoltà il simbolo di leader della corsa.
Lance Armstrong invece, attesissimo alla vigilia, ha perso per l'ennesima volta molto terreno giungendo a un minuto e venti secondi dai battistrada. Chiaro che l'americano è ben lontano dal top della condizione fisica.
La tappa austriaca ha visto il crollo di Garzelli, giunto al traguardo con oltre sei minuti di distacco da Scarponi.
Nel corso dei primi quaranta chilometri di gara l'abruzzese Di Luca ha provato sette volte la fuga senza fortuna. Al 50esimo chilometro lo spunto vincente è stato di cinque corridori, Gatto, Bennafond, Klostergaard, Scarponi e Kiriyenka.
Al secondo gran premio della montagna i battistrada si sono ridotti a due, Scarponi e Kiriyenka. Forzando l'andatura negli ultimi otto chilometri il gruppo ha tentato invano di riacciuffare i due fuggitivi. A sette chilometri dal traguardo Kiriyenka, colpito da una foratura, ha perso contatto con Michele Scarponi. Per il corridore italiano arrivo in solitario con il gruppo sotto di un minuto ai meno cinque e all'arrivo distaccato di circa trenta secondi.
Per Scarponi, squalificato per diciotto mesi per aver frequentato il medico Fuentes, questo è il dodicesimo successo della carriera.
In classifica generale Danilo Di Luca conserva cinque secondi di vantaggio sullo svedese Lovkvist, fino ad ora una delle sorprese più liete della corsa rosa. A 36 secondi c'è l'australiano Rogers, anch'egli corridore della squadra Columbia. Scorrendo la classifica si trovano Leipheimer a 43 secondi e Menchov a 50. Primo degli italiani è Ivan Basso, sesto, a un minuto e otto secondi dalla maglia rosa.
Oggi il Giro del centenario dopo lo sconfinamento in Austria torna in Italia. È prevista una tappa di 244 chilometri da Innsbruck a Chiavenna. Il via è fissato alle 11.00, l'arrivo intorno le ore 17.00. È previsto soltanto un gran premio della montagna a circa 1.800 metri d'altitudine, di terza categoria, al Passo Majola. Il traguardo è preceduto da ben quaranta chilometri di discesa.

a.s. 15/05/2009 9.40