2°Div/C. Vdg sconfitta 2-1 a Manfredonia. Terzo posto ora irraggiungibile

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1028



MANFREDONIA. La Valle del Giovenco perde 2-1 sul campo del Manfredonia e dice virtualmente addio alla possibilità di agganciare il terzo posto. Fortunatamente, però, gli abruzzesi accedono matematicamente ai play-off in virtù dei risultati negativi delle inseguitrici Andria e Cassino.
Gara non eccelsa per contenuti tecnici ma valida sotto il profilo agonistico con il Manfredonia, ancora in lotta per evitare i play-out, maggiormente motivato rispetto gli abruzzesi. Da questo punto di vista ha inciso molto più la differenza di motivazioni tra le due compagini piuttosto che la qualità del gioco di squadra e dei singoli.
Per la Valle del Giovenco poche idee perlopiù confuse con una manovra troppo lenta e prevedibile.
Poche attenuanti per gli abruzzesi, privi però di diversi elementi titolari. Su tutti le assenze per squalifica di Petitto e Cruciani unite a quelle per infortunio di Prandelli e Rosamilia.

LA PARTITA

Squadre in campo. Nella Valle del Giovenco il tecnico Perrone, complici le numerose assenze, si affida al più coperto 4-4-1-1. Bifulco tra i pali. Linea difensiva a quattro con Piva, Miale, Gentili e Blanchard. A centrocampo De Angelis e Giordano centrali con Locatelli e Censori a predidiare le fasce. In avanti Laboragine trequartista a supporto dell'unico terminale offensivo Bettini.
Nel Manfredonia mister D'Arrigo, squalificato e sostituito in panchina dal suo vice, dall'inizio ha optato per il seguente schieramento: Palagotti, Bortel, Patti, Nossa, Cerchia, Parisi, Pirrone, Arigò, Marchano, Sifonetti e Romano.
Arbitro della contesa è Gambini della sezione di Roma 1.

Vantaggio immediato il Manfredonia. Sembra partire con il piglio giusto la Valle del Giovenco con fitte trame di passaggi a centrocampo, ma dopo neanche tre minuti i padroni di casa passano. Marchano è il più lesto di tutti a ribadire in rete il precedente tentativo di un compagno con la sfera non trattenuta da Bifulco.

Risponde la Valle del Giovenco. Alla mezz'ora la prima vera occasione da rete per gli ospiti. Passaggio in profondità per Bettini che, a tu per tu con Palagotti, cincischia e consegna la sfera tra le braccia dell'estremo difensore pugliese.

I marsicani subiscono il raddoppio. Al 41esimo il Manfredonia trova il punto del due a zero. Bella manovra corale con Romano che trova il corridoio giusto per l'inserimento centrale di Marchano che fa doppietta. Pochi minuti prima sempre Marchano aveva seriamente impensierito Bifulco con una conclusione dai venti metri.

Il Manfredonia controlla. Nella ripresa non cambia l'inerzia del match con il Manfredonia in pieno possesso del pallino di gioco. La Valle del Giovenco prova a colpire soltanto con conclusioni dalla lunga distanza. I pugliesi rispondono con ficcanti azioni in contropiede.

Gol della Valle del Giovenco. A dieci minuti dalla fine gli abruzzesi riaprono il match con un calcio di rigore trasformato da Bettini.

Assalti finali. Ultimi minuti di passione per i padroni di casa che subiscono i tambureggianti attacchi degli uomini di Perrone. Tante mischie in area ma niente gol del pareggio.
Con questa sconfitta la Valle del Giovenco vede sfuggire di mano l'obiettivo del terzo posto distante tre punti. Per agganciarlo adesso, fermo restando il successo tra sette giorni al Dei Marsi con il Cosenza, i biancoverdi devono sperare nel clamoroso ko interno del Catanzaro con la demotivata Isola Liri.

SECONDA DIVISIONE GIRONE C. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Andria-Aversa N. 0-1
Barletta-Val di Sangro 3-2
Cosenza-Melfi 1-1
Igea Virtus-Monopoli 2-1
Isola Liri-Gela 0-1
Manfredonia-Pescina VG 2-1
Noicattaro-Catanzaro 0-1
Vibonese-Cassino 1-0
Vigor Lamezia-Scafatese 1-0

Classifica: Cosenza 66; Gela 63; Catanzaro 56; Pescina VG 53; Andria 51; Cassino 49; Barletta 44; Noicattaro 41; Scafatese 41; Monopoli 40; Igea Virtus 40; Aversa N. 39; Melfi 38; Manfredonia 37; Vibonese 34; Val di Sangro 32; Isola Liri 30; Vigor Lamezia 24.
Prossimo e ultimo turno: Aversa N.-Vibonese; Cassino-Barletta; Catanzaro-Isola Liri; Gela-Andria; Melfi-Igea Virtus; Monopoli-Vigor Lamezia; Pescina VG-Cosenza; Scafatese-Manfredonia; Val di Sangro-Noicattaro.

Andrea Sacchini 11/05/2009 9.45