2°Div/C. Val di Sangro sconfitta 3-2 a Barletta e costretta ai play-out

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

897



BARLETTA. Nuovo rovescio esterno per la Val di Sangro che capitola 3-2 questa volta sul campo del Barletta. Con questa sconfitta i sangrini sono matematicamente tra le ultime cinque della classe. Per la salvezza dunque si dovrà passare per i play-out e l'ultima giornata sarà fondamentale per stabilire gli accoppiamenti. Importante sarà fare bottino pieno domenica in casa con il Noicattaro. Malgrado il terzultimo posto, infatti, sono ancora buone le chance di raggiungere almeno la quartultima piazza occupata ora dalla Vibonese.
Altra prova negativa lontana dal Montemarcone di Atessa per i ragazzi di Petrelli, che confermano tutte le proprie difficoltà in trasferta. Limiti caratteriali evidenti e difesa troppo fragile anche per la scarsa protezione dei centrocampisti in fase di non possesso del pallone.
In diciassette incontri la Val di Sangro, con soli tre punti racimolati, è l'unica formazione insieme all'Isola Liri a non aver mai vinto. Numeri impietosi che spiegano la ragione perché i sangrini siano costretti a disputare gli spareggi salvezza per il secondo anno consecutivo.
Match equilibrato soprattutto nel primo tempo, deciso da episodi tutti sfavorevoli ai biancazzurri. Su tutte le reti del Manfredonia, però, pesano come macigni le disattenzioni dell'intero pacchetto arretrato sangrino.

LA PARTITA

Gli schieramenti in campo. Nella Val di Sangro il tecnico Petrelli disegna i suoi seguendo i canoni del 4-4-2. Ameltonis in porta. Linea difensiva a quattro formata da Del Grosso, Mangoni, Paolacci e Sensi. A centrocampo Epifani e Sireno centrali con Ruggiero e Paris sulle corsie esterne. In avanti spazio al tandem Grillo-Memmo.
Nel Barletta mister Sanderra dal primo minuto sceglie il seguente schieramento titolare: Rodrigo, Mastronicola, Toscano, Sabini, Daleno, Tangorra, Vignola, Laviano, Pollidori, Ike ed Omolade.
Dirige l'incontro davanti ad oltre duemila spettatori Vallesi della sezione di Ascoli Piceno.

Avvio equilibrato. Inizio di partita all'insegna della noia. Entrambe le squadre badano più a difendersi che ad attaccare. La Val di Sangro almeno inizialmente da l'impressione di potersela giocare alla pari con i pugliesi.

Botta e risposta. Al termine del primo tempo, eccezion fatta alcune conclusione innocue dalla lunga distanza, sul taccuino si contano soltanto due occasioni pericolose. Alla mezz'ora per il Manfredonia Ike dai venti metri prova a sorprendere in pallonetto senza fortuna Ameltonis, bravo a mantenere la posizione. Per la Val di Sangro al 38esimo il solito Grillo dai 30 metri direttamente su calcio di punizione impegna severamente Rodrigo.

1-0 Barletta. Quasi allo scadere del primo tempo i padroni di casa passano in vantaggio. Pollidori è il più lesto di tutti a ribadire in rete il precedente tentativo di un compagno con sfera mal trattenuta da Ameltonis.

Pareggio Val di Sangro. Al quinto della ripresa gli abruzzesi ristabiliscono la parità. Grillo, ancora lui, in diagonale da fuori area insacca alle spalle di Rodrigo.

Barletta in vantaggio. Passano soltanto otto minuti ed i pugliesi realizzano la rete del 2-1. Omolade servito in profondità batte imparabilmente l'estremo difensore abruzzese.

Rapidi capovolgimenti di fronte. La partita diventa bella ed avvincente. Il Barletta cerca il punto del ko mentre la Val di Sangro si rende insidiosa almeno in un paio di occasioni con Grillo appena fuori l'area di rigore.

Secondo pareggio dei sangrini. All'80esimo la Val di Sangro fa due a due. Batti e ribatti in area pugliese con Mainella che è il più lesta ad insaccare da due passi.

Doccia fredda e sconfitta. Proprio al 90esimo il Manfredonia realizza il punto del definitivo 3-2. Caracciolese dalla lunga distanza, dopo aver fallito una ghiotta occasione pochi minuti prima, dal limite dell'area trafigge all'angolino l'incolpevole Ameltonis. Assalti finali della Val di Sangro che non portano a nulla.


Andria-Aversa N. 0-1
Barletta-Val di Sangro 3-2
Cosenza-Melfi 1-1
Igea Virtus-Monopoli 2-1
Isola Liri-Gela 0-1
Manfredonia-Pescina VG 2-1
Noicattaro-Catanzaro 0-1
Vibonese-Cassino 1-0
Vigor Lamezia-Scafatese 1-0

Classifica: Cosenza 66; Gela 63; Catanzaro 56; Pescina VG 53; Andria 51; Cassino 49; Barletta 44; Noicattaro 41; Scafatese 41; Monopoli 40; Igea Virtus 40; Aversa N. 39; Melfi 38; Manfredonia 37; Vibonese 34; Val di Sangro 32; Isola Liri 30; Vigor Lamezia 24.
Prossimo e ultimo turno: Aversa N.-Vibonese; Cassino-Barletta; Catanzaro-Isola Liri; Gela-Andria; Melfi-Igea Virtus; Monopoli-Vigor Lamezia; Pescina VG-Cosenza; Scafatese-Manfredonia; Val di Sangro-Noicattaro.
Andrea Sacchini 11/05/2009 9.44