Delfino Pescara. Zeytulaev: «attento Gallipoli, possiamo vincere»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1691


PESCARA. Prosegue per il Pescara la marcia di avvicinamento alla trasferta di domenica sul campo del Gallipoli capolista.
Per l'occasione Giuseppe Galderisi dovrà rinunciare sicuramente allo squalificato Bazzani e a Simon. L'attaccante argentino, malgrado l'ottimismo dello staff medico la scorsa settimana, dopo il match col Benevento sarà costretto a saltare anche quello in terra pugliese.
Come unico terminale offensivo della manovra, a meno di clamorose sorprese, verrà proposto per la prima volta Laens.
Trequartista agirà Perrulli mentre sugli esterni tornerà dal primo minuto Felci a destra. Confermatissimo sull'out sinistro d'attacco Zeytulaev, titolare inamovibile fino ad ora nel Pescara di Galderisi: «sto giocando con continuità anche se da quando sono tornato dalla sosta natalizia non riesco ad esprimermi come voglio. Sono consapevole di questo e stiamo lavorando duro. Son sempre stato ottimista anche quando le cose non andavano bene. Quando ci credi e lavori bene prima o poi i risultati arrivano».

IL PESCARA NON GIOCA BENE

Il Pescara ormai da inizio campionato non riesce ad esprimersi ad alti livelli. Mentre però nella parte iniziale del campionato i risultati giungevano anche con gioco tutt'altro che piacevole, ora le cose si sono un po' complicate. L'esterno uzbeko cerca di spiegare le ragioni: «stiamo attraversando un momento non facile forse uguale a quello di inizio stagione quando non siamo riusciti ad esprimerci al meglio delle nostre possibilità. Forse adesso ci manca quella lucidità e quella brillantezza per ritrovare noi stessi proprio come abbiamo fatto nel girone di andata. Ci basta soltanto sbloccarci a livello mentale stando più uniti aiutandoci l'uno con l'altro. Sono convinto che tutto si risolverà con una vittoria».
Eppure dopo la vittoria sul Taranto i presupposti erano ben altri: «si è vero. Siamo tornati con i piedi per terra dopo un periodo positivo. Dopo la sosta in città si parlava di piazzamento play-off. Adesso ci rendiamo conto che dobbiamo lottare soltanto per salvarci. Anche in virtù delle forti penalizzazioni che abbiamo ricevuto fino ad ora in classifica. Io personalmente e tutto il gruppo crede fortissimamente nella salvezza diretta senza passare per i play-out».

IMPEGNO OSTICO A GALLIPOLI

Domenica all'orizzonte c'è la difficilissima trasferta sul campo del Gallipoli, reduce dalla sconfitta di Arezzo nel posticipo di lunedì: «sarà una partita durissima non soltanto per il grande tasso tecnico del Gallipoli. Troveremo una squadra ferita dopo la sconfitta nell'ultimo turno di campionato che vorrà sicuramente far propria l'intera posta in gioco. Ho parlato con Indiveri che ha visto per intero Gallipoli e Arezzo e tutti siamo consapevoli che aspettano noi per il riscatto. Loro saranno arrabbiati. Giocano su di un campo sintetico e noi dobbiamo preparare al meglio questa partita».
«Andremo lì» – conclude Zeytulaev – «certo non per chiuderci in difesa. Giocheremo ad armi pari anche perché il Gallipoli è una formazione che gioca bene a calcio palla a terra. Sono fiducioso in quanto nel corso del torneo abbiamo sempre dimostrato di valere molto contro squadre quotate tecnicamente. Possiamo vincere».

RICORSO PER I TRE PUNTI DI PENALIZZAZIONE

La società negli scorsi giorni ha inoltrato il ricorso per vedersi annullati i tre punti di penalizzazione in classifica relativi al caso Fortunato. La pratica è stata affidata agli avvocati Eduardo Chiacchio e Donato Di Campli. Sono state intanto avviate le procedure per il licenziamento del calciatore. La società biancazzurra in Lega insisterà sul fatto che Fortunato avrebbe dovuto avvertire il sodalizio di via Pertini circa la sua volontà di citare in giudizio la Ternana. La decisione sul ricorso verrà presa entro un mese e pare esserci moderato ottimismo da parte dei dirigenti abruzzesi. Difficile però sbilanciarsi anche perché questo accaduto al Pescara non ha precedenti nel calcio professionistico italiano.

NOTIZIARIO

Prosegue senza intoppi al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo il lavoro del Pescara in vista di domenica. Ha svolto lavoro differenziato Bazzani mentre non si sono allenati Pisciotta e Camorani. Quest'ultimo non ha ancora smaltito una botta presa in occasione dell'ultimo turno di campionato all'Aragona contro il Benevento.
Per la trasferta di Gallipoli tutti a disposizione del tecnico tranne Bazzani, Simon, Verratti e De Sousa.

Andrea Sacchini 19/03/2009 9.46