La Framasil perde a Perugia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1418

PALLAVOLO. La Framasil cede 3 set a 0 al PalaEvangelisti, ma lo stop interno di Forlì regala ai gialloblù la salvezza matematica. D'Orazio: «Pineto è il miracolo sportivo dell'anno».
Giornata storica per Pineto. Nel penultimo turno di campionato gli abruzzesi, nonostante il passo falso a
Perugia, raggiungono la salvezza grazie alla vittoria di Modena sul campo di Forlì.
«Dopo il successo di lunedì con Verona, in cui abbiamo ipotecato la salvezza, oggi è arrivata la matematica certezza di rimanere nel massimo campionato - ha affermato il Presidente gialloblù
Benigno D'Orazio - Pineto è il miracolo sportivo dell'anno».
«Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questa impresa - prosegue D'Orazio – Festeggeremo tutti insieme».
La cronaca della partita. Di Pinto schiera Stokr e Santini in diagonale, Savani e Vujevic di mano, Felizandro e
Bovolenta centrali, Pippi libero. Montagnani risponde con Rivaldo opposto, Rodriguinho in regia, Cleber e Dentinho schiacciatori, Buti e Ravellino al centro, libero Lampariello.
I padroni di casa hanno un buon avvio e al primo time-out sono nettamente davanti (8-2). Il set prosegue con le due formazioni che difendono i rispettivi turni di servizio, ma il vantaggio a favore di Perugia resta invariato (17-11). La forbice tra le due squadre però si allarga, e gli umbri chiudono con il punteggio di 25-15.
Nella seconda frazione la Framasil prova a tenere testa a Perugia, ma a metà set sono ancora i padroni di casa a condurre (12-10). Gli uomini di Di Pinto continuano a fare la partita, e il set si incammina sulla falsa riga della prima frazione. Alla fine lo score è di 25-19, e si va al terzo set con gli umbri davanti per due a zero.
Nella terza frazione Perugia conduce ancora il match, ma Pineto risponde punto a punto, e a metà set lo svantaggio per i gialloblù è di una sola lunghezza (12-11). Nella fase centrale del set i ragazzi di Montagnani non riescono però a tenere il passo della RPA, che prende nuovamente il largo aggiudicandosi il set (25-19) e con esso la gara. MVP dell'incontro Cristian Savani.
Al termine della partita entrambe le formazioni hanno di che festeggiare: Perugia ha la certezza del quarto posto finale in campionato, mentre Pineto, alla sua prima stagione in serie A1, centra una splendida salvezza, difficile da pronosticare ad inizio torneo.

Appuntamento a domenica prossima al Palamaggetti, quando la Framasil affronterà Padova nell'atto finale del torneo, e dove potrà festeggiare davanti ai propri tifosi lo storico traguardo.

PERUGIA - FRAMASIL PINETO 3-0 (25-15,
25-19, 25-19)

PERUGIA: Kovacevic, Savani 14, Nemec, Serafini, Danilao,
Santini 3, Felizandro 8, Pippi (L), Vujevic 8, Stokr 21,
Fanulli, Bovolenta 5, Botti. All. Vincenzo Di Pinto

PINETO: Cleber 9, Hietanen, Dentinho 6, Sborgia, Jago,
Lampariello (L), Mancini, Rodriguinho, Rivaldo 7, Buti 4,
Fabroni 1, Ravellino, Vigilante. All. Paolo Montagnani

ARBITRI
PASQUALI Fabrizio
CALTABIANO Nunzio

NOTE
Spettatori 1.800
Durata set 22', 27', 23' Totale 1.22'
PERUGIA: battute sbagliate 17, battute vincenti 5, errori 5,
muri 10.
PINETO: battute sbagliate 11, battute vincenti 2, errori 10,
muri 3.