2°Div/B. Delude il Celano che perde 2-1 sul campo della Cisco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

995



ROMA. Un brutto Celano cede il passo 2-1 sul campo della Cisco Roma nell'insolito anticipo al sabato della gara di seconda divisione girone B. Successo tutto sommato meritato per la mole di gioco espressa dai padroni di casa lungo tutto l'arco dei novanta minuti di gioco.
Altro che riscatto dopo pareggio a reti bianche di sette giorni fa con la Giacomense. Celano colpito e affondato da un avversario che ha opposto alla qualità degli abruzzesi aggressività e agonismo in mezzo al campo. Celano sovrastato nel gioco per tutto il tempo della partita.
Mentre qualcosa di positivo si è visto in avanti, in verità molto poco, in settimana bisognerà lavorare e molto sull'assetto della retroguardia. De Maiò, le cui qualità tecniche sono indiscusse, è ben lontano dai livelli del passato campionato. Il successo laziale è arrivato per gli errori commessi dai difensori celanesi prima che dall'abilità del tandem d'attacco biancorosso.
Tanti i rimpianti in casa abruzzese. Su tutti il fatto che la Cisco abbia giocato per oltre 20 minuti nella ripresa in doppia inferiorità numerica. Handicap che ha causato soltanto nei minuti finali il punto della bandiera biancazzurra.
Un Celano altamente deludente che ha confermato il ruolino di marcia negativo delle ultime domeniche di campionato. Otto soli punti nelle ultime undici uscite che hanno fatto ruzzolare l'undici celanese fuori dai play-off. Spareggi promozione che ad oggi, a meno di un auspicabile cambio di rotta, risultano essere un miraggio per gli uomini di Modica sempre più brutta copia della bella compagine ammirata fino ad un paio di mesi or sono.
Ora i punti dalla quinta piazza sono saliti a quattro ed il Celano addirittura deve guardarsi le spalle dalla zona play-out purtroppo sempre più vicina. Da questo punti di vista importantissimo sarà il match di domenica al Piccone contro il Bellaria. La formazione veneta, quintultima forza del torneo, dista soltanto cinque lunghezze dagli abruzzesi.

LA PARTITA

Importanti assenze nel Celano. Tra le fila biancazzurre mancano gli squalificati Zanon e Dionisi, due uomini chiave nello scacchiere tattico di Modica. Il tecnico siciliano conferma il modulo 4-3-3 e sceglie Shiba in luogo del capocannoniere Dionisi. Per il resto Vurchio in porta preferito a Goletti. Linea difensiva a quattro con Zaccardi, Perricone, Rossini e De Maiò. Trio di centrocampo formato da Barbetti, Caccavallo e Cesaro. Tridente offensivo affidato a Shiba, Villa e Negro.
Nella Cisco Roma mister Lopez ha scelto il seguente undici titolare: Paoletti, Angeletti, Balzano, Goretti, Ferri, La Rosa, Di Fiordo, Mallardi, Ciofani, Alessandro e Mazzarani.
Arbitro della contesa è Zonno della sezione di Bari.

Celano in apnea. Inizio di gara completamente di marca laziale. Nel primo quarto d'ora la Cisco crea almeno tre nitide palle gol. Al terzo il tentativo di La Rosa da ottima posizione viene contrato in angolo dalla retroguardia abruzzese. Cinque minuti più tardi Balzano dai 25 metri non inquadra di pochissimo lo specchio della porta. Al quarto d'ora La Rosa di testa completamente libero da marcature spedisce la sfera a fondo campo.

Fuoco di paglia Celano. Intorno il ventesimo Shiba, servito da un compagno, si accentra e prova a sorprendere senza fortuna l'estremo difensore laziale Paoletti.

Passa la Cisco Roma. Al minuto 42 i biancorossi meritatamente sbloccano il punteggio. A punire gli abruzzesi è l'ex Ciofani di testa su preciso traversone dalla destra di un compagno.

Cambi improduttivi. Modica nel tentativo di raddrizzare la contesa getta nella mischia Giunchi e Fanelli per Barbetti e Zaccardi. Il Celano, però, continua a soffrire i temibili contropiedi dei padroni di casa che controllano senza particolari difficoltà la contesa.

Il punto del ko. La Cisco Roma raddoppia al minuto 68. Alessandro libero in area da marcature appoggia la sfera in rete su veloce ripartenza dei suoi.

Cisco Roma in nove. Passano tre minuti e succede l'impensabile. I laziali restano in nove per la doppia espulsione di La Rosa e Angeletti. Entrambi per qualche parola di troppo all'indirizzo del direttore di gara. Il Celano avrebbe tutto il tempo di raddrizzare il match ma la reazione degli uomini di Modica permette ai biancazzurri soltanto di accorciare le distanze. Fa tutto Negro che appena entrato in area di rigore da posizione decentrata insacca alle spalle di Paoletti all'89esimo. È l'ultimo sussulto del match nonostante il corposo recupero scaturito dalla doppia espulsione.

SECONDA DIVISIONE GIRONE B. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Bassano-Viareggio 2-0
Bellaria-Carrarese 0-1
Cisco Roma-Celano 2-1
Colligiana-Prato 0-0
Cuoiocappiano-Giulianova 1-1
Figline-San Marino 2-1
Giacomense-Rovigo 2-2
Gubbio-Poggibonsi 1-0
Sangiustese-Sangiovannese 0-0

Classifica: Figline 51 punti; Prato e Viareggio 42; Cisco Roma 38; Giulianova e Gubbio 37; Bassano 36; Celano e Sangiustese 33; Sangiovannese 32; Carrarese 31; Colligiana e Poggibonsi 29; Bellaria 28; Cuoiopelli e Giacomense 27; San Marino 26; Rovigo 17. Cisco Roma penalizzato di 1 punto.

Prossimo turno: Carrarese-Figline, Celano-Bellaria, Cisco Roma-Bassano, Giulianova-Colligiana, Poggibonsi-Cuoiopelli, Rovigo-Sangiustese, San Marino-Giacomense, Sangiovannese-Prato, Viareggio-Gubbio.

Andrea Sacchini 09/03/2009 9.54