2°Div/C. Nel derby Val di Sangro-Vdg 2-1

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1029



ATESSA. Una generosa Val di Sangro si aggiudica il derby delle valli 2-1 al cospetto della quotata Valle del Giovenco. Risultato tutto sommato giusto per i valori tecnici espressi in campo, col grande merito da parte dei padroni di casa di opporre agonismo e impegno alla maggiore qualità tecnica dei marsicani. Per la Val di Sangro doppietta di Grillo al nono e al 41esimo del primo tempo. Per la Valle del Giovenco punto del definitivo 2-1 di Bettini al minuto 31 della ripresa.
Bene i sangrini per intensità, gioco e volontà. Male i marsicani per oltre un'ora, incapaci di creare seri grattacapi al portiere di casa Ameltonis. Solo il finale regala qualche brivido ai sostenitori biancazzurri.
Soprattutto nella prima frazione di gioco pressing asfissiante del centrocampo sangrino, che ha stroncato sul nascere ogni possibile velleità da parte dell'avversario. Il tecnico dei padroni di casa Giuseppe Petrelli ha preparato alla perfezione la gara con difesa e centrocampo corti e punte pronte a pressare all'origine i portatori di palla biancoverdi.
La Valle del Giovenco, micidiale in contropiede, ha trovato difficoltà immense nell'imbastire azioni degne di nota al cospetto di una Val di Sangro come già detto abilissima a chiudere quasi tutti i varchi.
In casa biancoverde si dovrà lavorare molto sull'assetto difensivo, che nelle ultime giornate ha perso solidità ed affidabilità.
Decisivi due calci piazzati di Grillo nel primo tempo che hanno mandato in visibilio i tanti sportivi accorsi al Montemarcone di Atessa.
Terzo successo casalingo consecutivo per i sangrini che si confermano una delle migliori compagini tra le mura amiche. Significativo il numero zero in stagione alla casella delle sconfitte casalinghe. Peccato per il rendimento profondamente negativo lontano dal Montemarcone che costringe la Val di Sangro ad una difficile rincorsa per evitare la lotteria play-out.

LA PARTITA

Nessuna sorpresa nelle formazioni. Nella Val di Sangro Petrelli conferma le indiscrezioni della vigilia e si affida al 4-4-2 classico. Ameltonis tra i pali. Linea difensiva a quattro formata da Del Grosso, Sensi, Mangoni e Paolacci. A centrocampo Sireno e Mazzetto nel mezzo con Grillo e Campli a presidiare le corsie esterne. In avanti spazio al tandem offensivo Memmo-Fiorotto. In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Curcio, Paris e Perfetti.
Nella Valle del Giovenco il tecnico Perrone risponde col collaudato 4-3-1-2. Blanchard, Locatelli, Miale e Piva a protezione della porta difesa da Bifulco. Trio di centrocampo composto da Cruciani, De Angelis e Pietrobattista. In attacco Berra trequartista a supporto del duo d'attacco Bettini-Arcamone. Nella ripresa sono entrati Pomponi, Laboragine e Rosamilla.
Arbitro della contesa Palazzino della sezione di Ciampino.

Ospiti subito pericolosi. Pronti via e al quinto è la Valle del Giovenco a portare il primo pericolo al portiere avversario. Pietrobattista prova la girata su assist di un compagno ma è bravissimo Ameltonis a rispondere presente.

Il vantaggio della Val di Sangro. Aumenta la pressione dei padroni di casa che al non trovano il punto dell'1-0. Grillo direttamente su calcio di punizione dal limite è straordinario ed infila la sfera là dove Bifulco non può arrivare.

Reazione Valle del Giovenco. I biancoverdi non ci stanno e provano a reagire con due conclusioni dalla distanza di Piva intorno al quarto d'ora. Ameltonis in entrambe le occasioni strappa gli applausi del pubblico di casa.

Il raddoppio sangrino. Dopo una botta di Grillo dal limite terminata di un nulla sul fondo la Val di Sangro trova il punto del 2-0 al minuto 41. L'onnipresente Grillo supera in area Locatelli che lo stende. Penalty per i biancazzurri trasformato in maniera impeccabile dallo stesso Grillo.

Partita riaperta. Nella ripresa Perrone con qualche cambio prova senza successo a cambiare le sorti del match. La Val di Sangro, forte del doppio vantaggio, è tutta in difesa a protezione del prezioso risultato. Intorno al 20esimo l'occasione più ghiotta capita per i biancoverdi sui piedi di Bettini che a tu per tu con Ameltonis sparacchia incredibilmente alto. È il preludio della rete ospite che giunge al 31esimo con Bettini che questa volta solo davanti al portiere sangrino non sbaglia.

Assalto vano. Momento di chiara difficoltà della Val di Sangro che sbanda paurosamente almeno un paio di volte prima del triplice fischio. Prima, conclusione in area di Laboragine contrata in angolo da un difensore sangrino. Poi grande paura al 41esimo sul palo colpito da Cruciani appostato appena fuori l'area di rigore.

Obbiettivi diversi. Con questo successo la Val di Sangro torna prepotentemente in corsa per evitare la temuta coda play-out. Tre punti dalla sestultima piazza sono ampiamente recuperabili, ma ovviamente bisognerà migliorare il disastroso rendimento lontano dal Montemarcone.
Per la Valle del Giovenco la sconfitta nel derby conferma il momento di involuzione della squadra che vede inesorabilmente avvicinarsi in classifica le dirette concorrenti play-off. Le lunghezze di vantaggio sulla sesta piazza sono ora scese a due. Il grande vantaggio in graduatoria di qualche settimana fa, massimo più otto, potrebbe aver giocato un brutto scherzo agli uomini di Perrone che hanno perso brillantezza e determinazione nei momenti topici delle ultime uscite. Occorre al più presto un cambiamento di rotta per non veder sfumare un piazzamento play-off assolutamente possibile visto le qualità dell'organico marsicano.

SECONDA DIVISIONE GIRONE C. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Andria-Scafatese 2-1
Aversa Normanna-Cosenza 0-2
Barletta-Isola Liri 2-0
Cassino-Vigor Lamezia 5-2
Catanzaro-Monopoli 2-1
Gela-Melfi 2-0
Manfredonia-Vibonese 1-0
Noicattaro-Igea Virtus 0-0
Val Di Sangro-Pescina 2-1

Classifica: Cosenza 56 punti; Gela 49; Catanzaro 48; Andria 41; Pescina 38; Cassino 36; Monopoli, Barletta e Noicattaro 31; Vibonese e Scafatese 29; Melfi e Igea Virtus 28; Val di Sangro e Aversa Normanna 25; Isola Liri 24; Manfredonia 22; Vigor Lamezia 17. Manfredonia penalizzato di 1 punto.

Prossimo turno. Normanna-Cassino, Cosenza-Gela, Igea Virtus-Vibonese, Isola Liri-Andria, Melfi-Val Di Sangro, Monopoli-Noicattaro, Pescina-Catanzaro, Scafatese-Barletta, Vigor Lamezia-Manfredonia.

Andrea Sacchini 09/03/2009 9.53