Un Celano spento si lascia bloccare 0-0 in casa dalla Giacomense

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

938



CELANO. Il Celano non va oltre lo 0-0 casalingo con la Giacomense e spreca un'ottima occasione per restare in zona play-off. Prestazione deludente dell'undici di Modica, praticamente mai in partita, troppo contratto al cospetto di una Giacomense apparsa compagine tutt'altro che trascendentale.
Troppo timido il Celano visto ieri. Formazione con poche idee perlopiù confuse che non ha mai dato l'impressione di poter colpire dalle parti di Mandrelli. Male il gioco a centrocampo e nettamente insufficiente l'apporto degli esterni. Sul piano dei singoli da salvare soltanto le prestazioni di Dionisi, l'unico in avanti a dannarsi l'anima e Zanon.
I romagnoli, compatti e organizzati, sono stati abili ad impostare una gara sulla difensiva col chiaro intento di riportare a casa un punto prezioso per la loro classifica.
Risultato a reti inviolate giustissimo per quanto fatto vedere in campo da entrambe le compagini.
Primo tempo soporifero tra i più brutti dell'intera stagione con pochissime azioni degne di nota. Leggermente meglio la prima parte della ripresa ma è completamente mancato lo spettacolo al quale erano abituati fino a poche settimane fa gli sportivi celanesi. Addirittura da censura l'ultima mezz'ora del match malgrado l'ingresso in campo Di Mandorino e Shiba, che non hanno mutato di una virgola gli equilibri della contesa.
Parziale attenuante per il tecnico l'aver dovuto fare a meno a diversi elementi importanti quali lo squalificato Barbetti e gli infortunati Scrozzo, Cesaro e Negro. Vanno sottolineate inoltre le cattive condizioni del terreno di gioco che hanno sfavorito le giocate di fino dei giocatori biancazzurri, sulla carta qualitativamente più validi dei romagnoli.
Obbiettivamente, però, ci si aspettava tutt'altra prova dal Celano dopo la sconfitta di sette giorni fa a Bassano del Grappa.
Unica nota lieta della giornata la ritrovata solidità difensiva del pacchetto arretrato biancazzurro, che finalmente non ha subito reti dopo cinque gare consecutive con gol passivo. Importante in tal senso il lavoro dei centrocampisti in fase di interdizione. Centrocampo però al contrario, come già detto, insufficiente in fase di costruzione del gioco.

LA PARTITA

Prima mezz'ora di partita inguardabile con entrambe le formazioni incapaci di creare grattacapi ad entrambi i portieri. Da registrare neanche una conclusione. Al 35esimo prova a farsi vedere il Celano. Caccavallo liberato da un compagno da posizione più che privilegiata non inquadra lo specchio della porta. Passano pochi minuti e Dionisi conclude debole e centrale tra le braccia dell'attento Mandrelli.
Sul finire della prima frazione di gioco destro potente dalla distanza dell'ex giuliese Galabinov con la sfera che si perde di molto sopra la traversa.
Nella ripresa ci si attenderebbe tutt'altro spettacolo e per il primo quarto d'ora in parte è così. Pronti via insidiosa conclusione di Fanelli da fuori area che chiama agli straordinari Mandrelli. Passano dieci minuti e la Giacomense costruisce l'azione più ghiotta del match. Ancora Galabinov dalla distanza con il pallone che termina la sua corsa di un niente sul fondo.
Esaurito il momentaneo fuoco di paglia la partita nell'ultima mezz'ora non regala nessun tentativo di sbloccare il risultato da parte dei giocatori in campo.
Nel Celano Modica malgrado le assenze ha confermato il collaudato 4-3-3. Vurchio che torna titolare tra i pali al posto di Goletti. Linea a quattro di difesa formata da Rossini, Zanon, De Maiò e Morgante. A centrocampo diga a tre composta da Giunchi, Fanelli e Caccavallo. In avanti spazio alle tre punte Dionisi-Villa-Meloni. In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Zaccardi, Mandorino e Shiba.
Nella Giacomense l'ex allenatore del Teramo Rossi ha scelto il classico 4-4-2. Dal primo minuto via a Mandrelli, Venturi, Giorgi, Servi, Panariello, Di Loreto, Perelli, Rossi, Branzani, Poletti e Galabinov.
Ha diretto l'incontro davanti a circa 800 spettatori Ronchi della sezione di Caltanissetta.
Tra quindici giorni nuovo impegno di campionato per il Celano, atteso dal secondo impegno consecutivo al Piccone con il Bellaria.

SECONDA DIVISIONE GIRONE B. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Carrarese-Bassano V. 0-1
Celano-Giacomense 0-0
Giulianova-Sangiustese 1-0
Poggibonsi-Bellaria 1-2
Prato-Cuoiopelli CR 0-0
Rovigo-Cisco Roma 0-1
San Marino-Gubbio 2-3
Sangiovannese-Colligiana 2-0
Viareggio-Figline (oggi)

Classifica: Figline 45; Viareggio 42; Prato 41; Giulianova 36; Cisco Roma 35; Gubbio 34; Celano 33; Bassano V. 33; Sangiustese 32; Sangiovannese 31; Poggibonsi 29; Carrarese 28; Bellaria 28; Colligiana 28; Giacomense 26; San Marino 26; Cuoiopelli CR 26; Rovigo 16.

Prossimo turno: Bassano V.-Viareggio; Bellaria-Carrarese; Cisco Roma-Celano; Colligiana-Prato; Cuoiopelli CR-Giulianova; Figline-San Marino; Giacomense-Rovigo; Gubbio-Poggibonsi; Sangiustese-Sangiovannese.

Andrea Sacchini 02/03/2009 9.32