Pescara solido e pratico. Battuto al Biondi 2-0 il Taranto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2167

LANCIANO. Un Pescara solido e determinato supera 2-0 il Taranto e torna al successo dopo quasi un mese e mezzo.
Decisivo Simon autore di una pregevole doppietta tra il 17esimo e l'87esimo minuto. Vittoria meritata per quanto fatto vedere nei novanta minuti di gioco, con il Taranto pericoloso in rare occasioni dalle parti di Indiveri.
Complimenti invece ai biancazzurri che hanno capitalizzato al massimo le poche disattenzioni della retroguardia ospite.
Match non spettacolare per contenuti tecnici ma prestazione di sostanza per il Pescara che conferma con i pugliesi i passi in avanti fatti registrare due settimane fa a Perugia.
Partita dell'undici guidato da Galderisi che ha tratto grande giovamento dall'esordio stagionale di Coletti. Quest'ultimo, giunto ai primi di febbraio dal Foggia, ha evidenziato una insospettabile abilità nella costruzione del gioco oltreché in fase di interdizione.
Tre punti, senza timore di essere smentiti, merito di un centrocampo che ha saputo dosare al contempo al meglio forza fisica e qualità individuali.
A conferma di ciò la buona gara in fase offensiva di Felci, Zeytulaev e Perrulli abili nel supportare a dovere l'unica punta di ruolo Simon. Da questo punto di vista è stato decisivo anche l'apporto della "cerniera" di centrocampo formata dal duo di mediani Coletti e Giordano. I tre trequartisti, liberi dunque da particolari compiti difensivi, hanno reso meglio in una posizione più avanzata rispetto al solito.
L'abbondanza poi di elementi di qualità in panchina, inoltre, ha permesso cambi importanti in corsa che hanno dato vivacità e freschezza alla manovra nel momento di maggiore difficoltà del match. Non è un caso se il punto del raddoppio è giunto su di una accelerazione del subentrato Stella. Questo senza citare lo scompiglio portato alla retroguardia pugliese dall'inserimento di Verratti.
Sul piano dei singoli buona anche la prova di Perrulli, schierato trequartista, decisivo in occasione del vantaggio biancazzurro. Si conferma infine imprescindibile la presenza di Simon in attesa del ritorno a tempo pieno di Bazzani. L'argentino, lodevole oltreché per qualità tecniche anche per impegno e corsa, lo ricordiamo può essere impiegato anche a supporto eventualmente di Bazzani.

LA PARTITA

Avvio di gara di marca tarantina. Al terzo minuto sugli sviluppi di un corner dalla destra Caturano si ritrova tra i piedi un ottimo pallone in piena area di rigore. L'attaccante rossoblù è troppo frettoloso e manda al lato la ghiotta occasione.
Pronta reazione del Pescara al nono minuto con Felci che da ottima posizione manda sul fondo su ottimo suggerimento di Simon.
Al quarto d'ora il vantaggio dei biancazzurri. Perrulli dalla sinistra riceve palla e scarica prontamente nel mezzo per l'accorrente Simon che, da grande opportunista, da due passi insacca a porta praticamente sguarnita.
Alla mezz'ora grande opportunità per il Taranto. Errore in disimpegno di Siniscalchi che rinvia addosso ad un avversario. La sfera arriva a Micco appena fuori l'area piccola ma sulla conclusione a botta sicura dell'ex di turno, Indiveri d'istinto è semplicemente straordinario e manda in corner.
Nella ripresa poche occasioni davvero degne di nota. Fino al 28esimo i pugliesi si fanno notare per un prolungato possesso di palla a conti fatti sterile. Poi il Pescara con un diagonale di Felci su corta respinta di Nordi ha la grande occasione, mal sfruttata, del raddoppio.
Cinque minuti più tardi Vitale dai 30 metri manda la sfera abbondantemente alta. Al 37esimo il Taranto si riaffaccia dalle parte di Indiveri. Conclusione dalla distanza di Sosa che da solo l'illusione ottica del gol.
Finalmente con merito il Pescara chiude i conti al 42esimo minuto. Affondo di Stella dalla destra e palla per l'onnipresente Simon che a porta vuota deposita il pallone in rete.
Finale tranquillo nel quale si segnala soltanto l'espulsione del tarantino Barbosa al minuto 43.
Nel Pescara il tecnico Galderisi ha confermato tutte le previsioni della vigilia schierando il collaudato 4-2-3-1. Nessuna sorpresa di formazione con Indiveri scelto tra i pali. Linea difensiva a quattro formata da Pomante e Siniscalchi coppia centrale, Vitale a sinistra e Camorani sull'esterno destro di difesa. A centrocampo cerniera centrale composta da Giordano e Coletti. In avanti l'unico terminale offensivo Simon appoggiato dagli esterni Felci e Zeytulaev e dal trequartista Perrulli.
In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Diliso, Verratti e Stella.
Nel Taranto mister Stringara ha scelto l'offensivo, almeno sulla carta, 3-4-3. Dal primo minuto Nordi, Migliaccio, Pastore, Sosa, Giorgino, Spinelli, Lima, Di Bari, Caturano, Da Silva e l'atteso ex Micco.
Ha diretto l'incontro davanti a circa 1.500 spettatori Palazzino della sezione di Ciampino. Prima della contesa è stato osservato un minuto di raccoglimento per Candido Cannavò, storica prima firma della Gazzetta dello Sport.
Con questo successo, il primo ottenuto allo stadio Biondi, il Pescara prosegue la marcia di allontanamento dai play-out. Resta solo uno il punto di vantaggio dalla quintultima ma c'è ancora da recuperare il match con la Real Marcianise (probabilissima la data dell'otto marzo, ndr). L'obbiettivo, ampiamente dichiarato dalla società, è quello della salvezza ma questo Pescara in caso di filotto positivo di risultati potrebbe anche ambire ai piani alti della classifica. È vero che i play-off ad oggi distano ben dieci lunghezze ma è altrettanto vero che fino ad ora il torneo fino ad ora non ha mostrato grandi valori tecnici. Il campionato è alquanto mediocre e certamente non sono da escludere crolli improvvisi di compagini di alta classifica. La sconfitta ieri dell'Arezzo in casa col Lanciano, prossimo avversario del Pescara domenica al Biondi, ne è un esempio.

PRIMA DIVISIONE GIRONE B. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Arezzo-Virtus Lanciano 1-2
Crotone-Juve Stabia 2-1
Foggia-Pistoiese 1-1
Paganese-Gallipoli 0-2
Perugia-Potenza 4-0
Pescara-Taranto 2-0
Real Marcianise-Cavese 0-1
Sorrento-Foligno 1-2
Ternana-Benevento 2-1

Classifica: Gallipoli 47; Crotone 45; Arezzo 40; Benevento 40; Cavese 38; Foggia 36; Ternana 30; Perugia 29; Sorrento 28; Pescara 28; R.Marcian. 27; Foligno 27; V. Lanciano 27; Paganese 27; Taranto 26; Juve Stabia 22; Potenza 16; Pistoiese 15.
Prossimo turno: Benevento-Sorrento; Cavese-Paganese; Foligno-R.Marcian.; Gallipoli-Foggia; Juve Stabia-Perugia; Pistoiese-Arezzo; Potenza-Crotone; Taranto-Ternana; V. Lanciano-Pescara.
Andrea Sacchini 23/02/2009 8.00