Vitantonio Liuzzi superstar in Qatar

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1731




QATAR. Vitantonio Liuzzi è stato il grande protagonista della terza prova del campionato Speedcar che si è tenuta sul circuito di Losail in Qatar conquistando un primo e un secondo posto e per due volte il giro più veloce in gara.
Per la prima volta nella sua breve storia, le due gare della categoria si sono disputate in notturna, con la luce artificiale.
Liuzzi, che si era imposto nella prova di apertura a Dubai ed era stato frenato da noie meccaniche nella successiva tappa di Al Sakhir (Bahrain), a Losail ha iniziato nel migliore dei modi risultando il più veloce nella sessione di prove libere.
In qualifica, però, il tester della Force India F.1 ha dovuto lottare con un cambio che faceva le bizze
ed ha ottenuto solamente il settimo tempo.
Nella prima gara, risolte le noie al cambio, Liuzzi si è prodotto in un grande recupero. Dopo aver perso tempo per evitare Jacques Villeneuve in testacoda, Liuzzi ha spinto forte raggiungendo il secondo posto finale alle spalle del vincitore Gianni Morbidelli.
Bellissima la lotta che lo ha visto opposto a Jean Alesi, con le macchine più volte appaiate mentre duellavano per la conquista della piazza d'onore.
Nella seconda corsa, Liuzzi è scattato nuovamente dalla quarta fila (le prime otto posizioni di gara 1 sono invertite sullo schieramento di partenza della seconda corsa). Ancora una volta, il pescarese ha dato fondo a tutte le sue qualità e si è fatto largo velocemente installandosi alle spalle del leader della corsa Marco Melandri, pilota della Moto GP che proprio da Liuzzi ha ricevuto preziosi consigli di guida per questo suo debutto nella Speedcar.
A pochi giri dal termine, Melandri si è dovuto ritirare per un guasto al cambio e Liuzzi ha ereditato la prima posizione portando a termine il suo capolavoro.
Ora Liuzzi occupa il terzo posto nella classifica generale con 29 punti. E' preceduto da Morbidelli con 37 punti e Herbert con 30. Prossima tappa a Dubai tra due settimane.
«E' stato un weekend decisamente positivo», ha commentato il campione, «peccato per il problema al cambio nella qualifica, la pole era alla mia portata e così avrei potuto ottenere il classico hat-trick, vittoria, pole e giro più veloce. Nella prima gara ero decisamente veloce. Ho ingaggiato
qualche bella battaglia finché per un contatto che si è verificato davanti a me tra due vetture ho perso tempo. Ho comunque nuovamente recuperato superando Herbert e Alesi, ma a quel punto Morbidelli era imprendibile. Nella seconda corsa sono stato fortunato in quanto Melandri che era al comando si è dovuto ritirare. Mi è dispiaciuto per lui perché stava correndo veramente bene. Anche in questa corsa ho fatto un buon recupero fino ad arrivare al secondo posto, ma ero afflitto da un forte sottosterzo. Comunque è andata bene ed ora sono tornato in gioco per la vittoria finale nel campionato».


COS'È LA SPEEDCAR SERIES


La Speedcar Series è una categoria nata lo scorso anno che raggruppa vetture tutte uguali
sullo stile Stock-Car.
La potenza dei motori è di 620 cavalli. La serie ha la propria base a Dubai e il campionato si disputa sui circuiti dell'Asia e del Medio Oriente. Alla Speedcar partecipano numerosi piloti di F.1, tra i quali il campione del mondo Jacques Villeneuve, e un ricco montepremi, di 3 milioni di dollari. Al vincitore del campionato, vinto nel 2008 da Johnny Herbert, spettano 500.000 dollari.

19/02/2009 12.30