Al via la grande Festa sportiva della Protezione Civile italiana

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1353


ROCCARASO. Roccaraso si riempie di colori e valori, ed è invasa da atleti e nello stesso tempo umili eroi del quotidiano.
E' cominciato ieri pomeriggio con la sfilata per le vie del centro montano abruzzese, e il saluto delle autorità, il tutto condito dai fuochi di artificio, il 7° Campionato Italiano di Sci della Protezione Civile. Sarà una tre giorni intesa che vedrà protagonisti sulle piste della Valle dell'Aremogna e della piana di Pizzalto, circa ottocento volontari, provenienti da quasi tutte le regioni italiane, uomini e donne, giovani e veterani, punteggiati Fisi e dilettanti, tutti uniti da un comune scelta di vita, essere volontari della protezione civile, ma anche vigili del fuoco, forestali, alpini.

Momento suggestivo della prima giornata è stata la sfilata di tutte le squadre partecipanti lungo le vie del centro di Roccaraso.
In testa ha sfilato la Provincia autonoma di Trento, che ha vinto la sesta edizione del campionato.
In coda la squadra abruzzese, in qualità di ospite, composta da 80 elementi, di cui 13 appartenenti al sistema degli enti locali, 3 ai corpi dei Vigili del fuoco e della Forestale, 64 dal mondo del volontariato. Tra le montagne di casa l'Abruzzo vuole fare bella figura, e si propone di migliorare il decimo posto dell'anno scorso conquistato a Tarvisio.

A fare gli onori di casa sul palco delle Autorità, sotto cui si è conclusa la sfilata, il presidente del consiglio regionale Nazario Pagano, l'assessore Daniela Stati, Pierluigi Caputi direttore Lavori pubblici e protezione civile Regione Abruzzo, il sindaco di Roccaraso Armando Cipriani, il vice presidente della Provincia dell'Aquila, Oreste Cambise, e numerose autorità civili e militari di altre Regioni.

«Sarà una grande festa dello sport e del volontariato - ha detto il neo assessore regionale alla Protezione civile Daniela Stati - due mondi che hanno in comune molti valori. Saranno tre giorni intesi, scanditi da tanti momenti di confronto e approfondimento che vedranno protagonisti tutti gli operatori della Protezione civile. E' sarà anche l'occasione per esaltare la bellezza di Roccaraso e del suo comprensorio»

Oggi il via alle gare. Alle 9 è in programma la prima, lo slalom gigante. Alle 21 è previsto uno spettacolo con una esibizione di pattinaggio artistico nel palazzo del ghiaccio di Roccaraso.
Grande attesa per la prova di Gabriella Giusti, 32 anni, volontaria dell'associazione Pivec di Tornimparte, l'anno scorso a Tarvisio si è classificata seconda nello slalom gigante. E poi come non citare Agostino Mosca, alpino del 1939.
Ma l'Abruzzo accoglierà anche volontari come il signor Stefano Bigeco, arrivato per la tre giorni da Valdagno, in provincia di Vicenza. Nel'estate del 2007 era in Abruzzo a lottare contro il devastante incendio divampato sulle montagne di Acciano, dove perse la vita il pilota della Protezione civile Andrea Golfera, precipitato con il suo canadair. Tutti a Roccaraso lo ricordano con affetto e riconoscenza.

30/01/2009 8.37