San Salvo Calcio, i presidenti Marinelli e Pasquarelli lasciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1283


SAN SALVO. Hanno affidato il loro addio amareggiato ad un comunicato stampa pubblicato poco fa.
Sacrifici inutili, troppe spese, multe e diffide hanno vanificato il lavoro dei due presidenti che negli anni sono riusciti a portare all'Eccellenza la squadra del paese.
«Pochi controlli, impossibile continuare a fare sacrifici se le cose non cambiano», dicono i due ormai ex presidenti nelle lettere che inviano al segretario della società, Pasquale Silvestri, e all'assessore allo sport del Comune di San Salvo, Domenico Di Stefano.
«Dopo quattro anni», scrive Giuseppe Marinelli, «di sacrifici e al tempo stesso anche di grandi
soddisfazioni personali, condivise con il copresidente Giancarlo Pasquarelli, vice presidente, consiglieri, amici e tutti coloro che a loro modo si sono adoperati per l'US San Salvo a cui va il mio più sentito ringraziamento, siamo riusciti a riportare la squadra dopo ben 14 anni di Promozione ad una categoria superiore, quale appunto la cosiddetta serie A abruzzese di Eccellenza».
«Tante sono le cose che vorrei dirvi ma ad oggi vi dico che», prosegue, «pur con tanta sofferenza devo abbandonare questa realtà calcistica. I motivi che mi hanno spinto verso questa decisione sono stati gli episodi che si sono verificati sulle tribune nelle partite in casa di cui leggiamo anche notizia nei comunicati FIGC, a cui si aggiungono le numerose multe e diffide, non ultima è la multa di € 1.000 per sputi, lanci di oggetti, botti, minacce alla terna arbitrale con conseguente squalifica del campo».
«Un campionato di Eccellenza e non solo», chiude amaro Marinelli, «richiede maggiori controlli da parte delle forze dell'ordine, i quali hanno il compito di garantire la sicurezza nei luoghi pubblici. Io stesso quando vado a vedere la partita vengo perquisito prima di entrare in tribuna, questo è normale in tutti gli altri campi ma non a San Salvo. Tutto questo è inaccettabile. Ribadisco, quindi, le mie dimissioni irrevocabili dalla carica di presidente della US San Salvo».
Più formale la lettera di dimissioni di Pasquarelli:«con la presente sono a comunicarvi, mio malgrado, le mie dimissioni irrevocabili dalla carica di presidente della US San Salvo, per
motivi strettamente personali».

24/01/2009 17.15