Il Teramo contro Treviso per un traguardo prestigioso

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1270

BASKET. TERAMO. Nuovo impegno casalingo per i biancorossi del Teramo basket oggi alle 21 al Palascapriano.
Dopo la vittoria esterna contro Montegranaro i ragazzi di Andrea Capobianco tornano a giocare sul parquet del PalaSkà in un match valido per la quattordicesima giornata di campionato, penultima del girone d'andata. Avversario di turno la Benetton Treviso di coach Oktay Mahmuti.
Incontro anticipato a sabato 10 con palla a due fissata per le ore 21:00.
Grande attesa in città per una partita che potrebbe segnare il matematico accesso dei biancorossi alla prossima Final Eight di Coppa Italia.
Prevendita che procede a gonfie vele, non è escluso un nuovo tutto esaurito sulle tribune del PalaScapriano.

BENETTON TREVISO

La squadra allenata da Oktay Mahmuti occupa, come la Tercas, la seconda posizione in classifica (unitamente a Virtus Bologna e Lottomatica Roma) ed arriva a Teramo forte di due successi consecutivi, e quattro vittorie nelle ultime sei gare disputate.
Squadra rinnovata in estate e costruita per fare un campionato di vertice. Roster dunque di livello quello affidato al confermato Oktay Mahmuti (sulla panchina della Benetton da metà stagione scorsa).
Capitano e bandiera della squadra Matteo Soragna, nazionale azzurro, che in stagione viaggia col 52,2% da tre. Al suo fianco due dei giovani italiani emergenti di questo campionato: il lungo Andrea Renzi, 6.3 punti in 16.5 minuti, ed il playmaker Roberto Rullo, classe 1990 ed abruzzese doc. Reparto esterni ricco di talento, formato dalla guardia USA Gary Neal, lo scorso anno a Barcellona, che in stagione segna 18.1 in 32.7 minuti, dal play Bobby Dixon, 12.2 punti con 3.8 assist di media, e dalla guardia/ala slovena Domen Lorbek, 23.5 minuti in campo col 41.3% da tre.
Sotto i tabelloni la classe ed esperienza del croato Sandro Nicevic, e la concretezza ed affidabilità di gente come l'americano C.J. Wallace, lo scorso anno a Capo d'Orlando, e lo slovacco Radoslav Rancik.
Completano il roster l'australiano di passaporto italiano Steven Markovic, e il play americano DeShaun Wood.

BANCA TERCAS TERAMO

La Banca Tercas viene dalla grande impresa di Porto San Giorgio contro la Premiata Montegranaro, che ha riportato gli abruzzesi al secondo posto in classifica e ad un passo dallo storico traguardo della prima partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia.
Entusiasmo e passione attorno alla squadra in città, ma ciò non ha impedito ad Andrea Capobianco ed al suo staff di tenere alta la concentrazione per tutta la settimana, in vista di un impegno difficilissimo contro un avversario importante. I biancorossi si sono allenati bene ed al completo e sono pronti a tornare alla vittoria sul parquet del PalaSkà.
«Quella di sabato sera – sono le parole di coach Capobianco – sarà una partita dura, come ogni partita di questo campionato, contro una squadra che oltre ad avere nel proprio DNA le caratteristiche di una società vincente, riesce a praticare una pallacanestro in cui ogni giocatore viene responsabilizzato, elemento questo fondamentale per un team. Treviso è una squadra molto collaborativa in grado, dopo aver preso vantaggio, di mantenerlo per cercare il tiro più aperto, ed in difesa capace di chiudere su ogni penetrazione con tutti i giocatori»
«Noi – prosegue il coach biancorosso – dovremo essere molto bravi a sviluppare un gioco vivendo azione per azione, con grande concentrazione sulle nostre strategie, ma nello stesso tempo sarà fondamentale lo spirito di interpretazione di ogni singolo giocatore. Importantissima sarà, per ogni nostro singolo elemento, la capacità di capire cosa serva alla squadra in quel momento. Dopo la bellissima prestazione di Montegranaro sarà fondamentale ripeterci con lo stesso spirito e la stessa dedizione, sapendo che nessuno ci regala mai nulla, ma che ogni risultato è frutto di sacrificio ed unità. Decisiva ancora una volta sarà la spinta del nostro fantastico pubblico».

10/01/2009 11.20