2°Div/C. Vdg e Val di Sangro impegnate domani a Cosenza e Noicattaro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1704


VALLE DEL GIOVENCO. Nulla è impossibile. Questo è l'imperativo in casa Valle Del Giovenco in vista del proibitivo match di domani con la capolista Cosenza. I biancoverdi, inoltre, sono alla ricerca del riscatto dopo le ultime deludenti prove. Scialbe sia per i risultati conseguiti sia sotto il profilo del gioco espresso. La Valle Del Giovenco non vince da quattro partite e nelle ultime domeniche ha visto di netto peggiorare la propria classifica. Al momento gli uomini di Chiappini possiedono un vantaggio di soli due punti dalle dirette inseguitrici.
C'è comunque ottimismo per la trasferta in terra calabra. Il tutto giustificato dai positivi risultati ottenuti lontano dallo stadio Dei Marsi. Tre vittorie, tre pareggi e due sole sconfitte in otto match.
Dal canto suo però il Cosenza al San Vito è la classica corazzata. Mai una sconfitta e la bellezza di sei vittorie accompagnate da due pareggi. Sarà dunque un'impresa vera e propria per la Valle Del Giovenco uscire imbattuta dal campo della pretendente numero uno alla promozione diretta.
Per l'occasione il tecnico dei biancoverdi Chiappini conferma il modulo 4-3-1-2. Piva, Blanchard, Petitto e Locatelli a protezione della porta difesa da Bifulco. A centrocampo rientro nell'undici iniziale del capitano De Angelis, che affiancherà Cruciani e Giordano. In avanti Di Pasquale trequartista a supporto del tandem offensivo Arcamone-Laboragine. Non è da escludere l'impiego dall'inizio di Zarineh in luogo di una delle due punte.
Nel Cosenza, corsaro domenica scorsa 2-1 a Melfi, mister Toscano dovrebbe affidarsi all'elastico 4-2-3-1. Dal primo minuto spazio a Ambrosi, Parisi, Braca, Musacco, Occhiuzzi, Bernardi e Cantoro.
Cosenza-Valle Del Giovenco verrà diretta da Angelo Cervellera della sezione di Taranto. Guardalinee Forcignano' e Labriola. Il fischio di inizio è fissato per domani alle ore 14.30 allo stadio San Vito di Cosenza.

VAL DI SANGRO. Dopo il pari non da gettare di domenica scorsa in casa col Barletta torna a giocare in trasferta la Val Di Sangro. Lo fa sul difficile terreno del Noicattaro. Match dall'alta posta in gioco in considerazione del fatto che le due squadre sono divise in classifica da soli due punti in classifica. Scontro diretto nel quale l'imperativo per i sangrini sarà non perdere, innanzitutto per mantenere accettabile la classifica.
Fuori casa però la Val Di Sangro ha collezionato un gran numero di brutte prestazioni condite, purtroppo, da rovesci anche pesanti. Lontano dal Montemarcone gli uomini di Petrelli ora e Perri prima hanno ottenuto soltanto due punti in otto trasferte. Un bottino decisamente magro che per forza di cose necessita di essere rimpinguato.
Per far ciò Petrelli ha intenzioni di varare a grandi linee lo stesso 4-4-2 che ha discretamente fatto sette giorni fa col Barletta. Ameltonis tra i pali. Curcio, Sensi, Paolacci e Del Grosso a comporre la linea a quattro di difesa. A centrocampo Cacciaglia ed Epifani centrali con Perfetti e Campli ad agire sugli esterni. In avanti spazio al tandem Memmo-Fiorotto. Possibile in fase di possesso palla un passaggio dal modulo 4-4-2 al più offensivo 4-3-3.
Il Noicattaro di mister Sciannimanico, reduce dall'ottimo pari 1-1 a Catanzaro, dovrebbe schierarsi con il 3-4-3. Dal primo minuto spazio, tra gli altri, a Sassanelli, Lucioni, Mercurio, De Giorgi, Menolascina, Lollini, Siclani e Rana.
I pugliesi in casa hanno ottenuto tre vittorie, due pareggi e tre sconfitte in otto match disputati.
Noicattaro-Val Di Sangro verrà arbitrata da Stefano Bellutti di Trento. Guardalinee Pennacchio e Bordini. L'appuntamento è per domani alle ore 14.30 allo stadio Comunale di Noicattaro.

Andrea Sacchini 20/12/2008