2°Div/C. Val Di Sangro-Barletta è soltanto 0-0

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1635

ATESSA. La Val Di Sangro pareggia 0-0 in casa con il Barletta e arricchisce la propria classifica di un punticino. Finale a reti bianche tutto sommato giusto per i valori tecnici espressi in campo.
Bene il Barletta nel primo tempo. Più insidiosa la Val Di Sangro nella ripresa.
Un pari comunque non da gettare per i sangrini che mantengono la propria imbattibilità casalinga dopo otto match disputati.
Confermati in pieno tutti i problemi offensivi della Val Di Sangro. Gioco discreto ma pochissimi pericoli portati al portiere avversario. Non è un caso se al Montemarcone di Atessa i sangrini hanno realizzato la miseria di soli quattro gol in otto incontri.
Da questo punto di vista non ha giovato il cambio al timone della squadra, anche se l'avvento di Petrelli ha portato maggiore verve agonistica nell'undici abruzzese.
Da sottolineare però l'ennesima prova positiva del pacchetto arretrato biancazzurro, che tra le mura amiche per la sesta volta è uscito imbattuto.
Senza drammi è giusto accogliere il pari, ma la salvezza non può prescindere dai tre punti in casa. Due vittorie in otto match interni sono un ruolino di marcia magro considerate le tante difficoltà in trasferta.
Il Barletta, dal canto suo, ha condotto la propria partita nel miglior modo possibile. Un punto che da morale all'undici pugliese saggiamente disposto in campo dal tecnico Sanderra.
Ottimo avvio degli ospiti. Al diciottesimo gran destro di Alessandrì da lontano e pallone che si stampa sulla traversa. Passano cinque minuti e l'attento Ameltonis blocca a terra un tentativo dalla distanza di Salvagno.
Prima del riposo ancora pugliesi insidiosi con una conclusione imprecisa di De Cecco.
Nella ripresa al minuto nove si fa finalmente viva la Val Di Sangro. Cacciaglia direttamente su punizione esalta i riflessi di Furlan. Una manciata di minuti più tardi Fiorotto da buona posizione spara in bocca all'estremo difensore ospite.
Al 20esimo è ottimo l'intervento di Ameltonis in uscita che chiude lo specchio della porta agli avanti pugliesi.
Prima della mezz'ora l'ultima occasione degna di nota è per la Val Di Sangro. Cherchi da posizione decentrata non inquadra di un nulla lo specchio della porta.
Nella Val Di Sangro mister Petrelli non ha rinunciato al 4-4-2 delle ultime domeniche. Spazio dall'inizio ad Ameltonis tra i pali. Linea difensiva a quattro con Sensi, Curcio, Paolacci e Del Grosso. A centrocampo Cacciaglia ed Epifani nel mezzo con Perfetti e Campli a presidiare gli esterni. In avanti fiducia al duo Memmo-Fiorotto. In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Cherchi e Carafa.
Nel Barletta Sanderra ha scelto il seguente undici titolare: Furlan, Rizzi, Tangorra, Mastronicola, Fabbro, De Cecco, Salvagno, Vignola, Iervolino, Laviano ed Alessandrì.
Ha diretto l'incontro Pasqua della sezione di Tivoli.
Con questo punto la Val Di Sangro sale a quota 14 in classifica. Meno uno dall'uscita dalla zona play-out ma soprattutto quattro lunghezze di vantaggio dall'ultima piazza occupata dalla Vigor Lamezia. Domenica difficile trasferta sul campo del Noicattaro, capace di bloccare 1-1 al Ceravolo il Catanzaro.

SECONDA DIVISIONE GIRONE C. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Cassino-Vibonese 0-1
Catanzaro-Noicattaro 1-1
Gela-Isola Liri 1-1
Melfi-Cosenza 1-2
Monopoli-Igea Virtus 4-1
Aversa Normanna-Andria 0-2
Valle Del Giovenco-Manfredonia 0-0
Scafatese-Vigor Lamezia 1-0
Val Di Sangro-Barletta 0-0

Classifica: Cosenza 36; Catanzaro e Gela 32; Andria 27; Valle Del Giovenco 26; Cassino 24; Monopoli e Vibonese 23; Scafatese 22; Barletta 19; Igea Virtus e Noicattaro 16; Aversa Normanna 15; Isola Liri e Val Di Sangro 14; Manfredonia 12; Melfi 11 e Vigor Lamezia 10.

Prossimo turno: Andria-Gela, Barletta-Cassino, Cosenza-Valle Del Giovenco, Igea Virtus-Melfi, Isola Liri-Catanzaro, Manfredonia-Scafatese, Noicattaro-Val Di Sangro, Vibonese-Aversa Normanna e Vigor Lamezia-Monopoli.

Andrea Sacchini 15/12/2008