Trasferta insidiosa per il Roseto 1946

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1248

BASKET. ROSETO. La Pallacanestro Roseto 1946, dopo aver conquistato una splendida vittoria appena tre giorni fa in casa contro Scafati, torna in campo domani, 11 dicembre, al 105 Stadium (palla a due ore 20.30) contro Rimini, formazione rivitalizzata dall'arrivo in panchina di Giancarlo Sacco. I Crabs sono reduci dal successo esterno di Brindisi che ha rilanciato nella corsa alla salvezza Scarone e soci.
I biancazzurri, ancora privi di Jr Pinnock, cercheranno di allungare ulteriormente la propria striscia positiva, per confermarsi come squadra rivelazione di questa fase della stagione, come testimonia il sesto posto in graduatoria, proprio alle spalle delle compagini costruite per il salto di categoria.
«Non dobbiamo cullarci sugli allori», sottolinea Tony Trullo, coach della Pallacanestro Roseto 1946, «la classifica è cortissima e ogni giornata può cambiare il suo volto. Il campionato di quest'anno è particolare, tutti possono vincere e perdere contro tutti, non si può abbassare la guardia nemmeno per un istante se non si vuole essere puniti».
Per battere Rimini l'allenatore dei biancazzurri ha chiesto ai suoi una prova-fotocopia di quella offerta contro Scafati: «Servono intensità in difesa, concentrazione e freddezza nelle scelte di attacco e un pizzico di fortuna che non guasta mai», osserva ancora Trullo, «loro possono contare su uomini di grandissima esperienza e sul fattore campo, pertanto le insidie non mancano in questa gara».
L'incontro con Rimini infrasettimanale sarà il preludio ad un'altra trasferta insidiosa quella a Sassari: «Pensiamo ad un match per volta», conclude Trullo, «è inutile fare calcoli o programmi».
I Crabs con ogni probabilità concentreranno le loro attenzioni in difesa su Jaime Lloreda, miglior giocatore della decima giornata di Legadue, con 27 punti e 43 di valutazione complessiva. Assieme a lui in quintetto dovrebbero andare Fulvio come play, Ruini guardia, Mladjan ala piccola e Ringstrom ala grande.
Mladjan, l'ala serba di passaporto svizzero, potrebbe pertanto debuttare dalla palla a due dopo aver metabolizzato meglio gli schemi di Trullo in questo scorcio iniziale di settimana.
Dal canto suo Giancarlo Sacco appare intenzionato a confermare lo starting five che ha battuto Brindisi con Goss play, Scarone guardia, Mc Cray ala, Rinaldi ala forte e Kesicki centro.
La partita di domani tra Crabs Rimini e Pallacanestro Roseto 1946 e Harem Scafati sarà diretta dal trio Alessandro Vicino, Vincenzo Terranova e Nicola Beneduce

10/12/2008 11.38