2°Div/B. Il Celano batte 2-0 anche il Rovigo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1191

CELANO. Bel successo del Celano che in casa col Rovigo bissa il successo di sette giorni fa sul campo della Sangiovannese. Tre punti di fondamentale importanza che lanciano il Celano al terzo posto in solitario in classifica.
2-0 netto senza appello per gli ospiti e risultato tutto sommato giusto per i valori tecnici espressi in campo. Il tutto frutto di un dominio quasi totale da parte degli abruzzesi, dotati di un livello tecnico certamente più elevato. Le reti sono state realizzate al 36esimo del primo tempo da Mignogna e al 36esimo della ripresa su calcio di rigore trasformato da Dionisi. Quest'ultimo, capocannoniere del raggruppamento, è giunto all'undicesimo centro in campionato.
Bene la difesa, imbattuta per il secondo turno consecutivo. Buona anche la prova a livello offensivo, con gli abruzzesi micidiali in fase di rimessa.
Primi dieci minuti equilibrati con le trame di gioco condizionate in negativo dalle cattive condizioni del manto erboso del Piccone. Al decimo la prima azione degna di nota del match è di marca celanese. Preciso traversone dalla sinistra di Zanon per la testa di Dionisi che per poco non inquadra lo specchio della porta.
Al ventesimo ancora Celano pericoloso con Dionisi. La conclusione dai 20 metri del bomber, però, termina debolmente tra le braccia dell'estremo difensore ospite Vivan.
Cinque minuti più tardi su capovolgimento di fronte è il Rovigo a rendersi insidioso. Cocco da fuori area di un nulla non azzecca il sette difeso da Vurchio.
Dopo alcuni minuti di predominio veneto il Celano si rifà vivo al 33esimo. Ottimo spunto personale di Villa che da fuori manda di poco la sfera sul fondo. È il preludio del gol biancazzurro che arriva al 36esimo. Mignogna è il più lesto di tutti a ribadire in rete una corta respinta di Vivan su precedente conclusione di Negro.
Nella ripresa il Rovigo va vicino al pareggio in due occasioni. Al quinto con una conclusione violenta ma imprecisa di Boumsong ed all'11esimo con un velleitario tiro da fuori di Cocco.
Esaurita la spinta dei veneti il Celano torna ad essere minaccioso dalle parti di Vivan dopo il ventesimo minuto. Dionisi è abile ad intercettare il rinvio dell'estremo difensore ma non altrettanto nel centrare il sette.
Il Celano senza troppe difficoltà contiene la sterile reazione del Rovigo fino al raddoppio degli abruzzesi. Al 36esimo Dionisi dal dischetto è impeccabile.
Nel Celano il tecnico Modica ha confermato l'offensivo 4-3-3 delle ultime due stagioni. Vurchio in porta. Zanon, Scrozzo, Rossini e Perricone a formare la linea a quattro di difesa. Giunchi, Barbetti e Mignogna a centrocampo. Tridente offensivo composto da Villa, Negro e Dionisi. In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Zaccardi, Fanelli e Cesaro.
Nel Rovigo mister Parlato ha optato per il seguente schieramento titolare: Vivan, Shakpoke, Dionisi, Torta, Paoli, Novello, Piemontese, Boumsong, Cocco e Sesa.
Ha diretto l'incontro, davanti a circa 700 spettatori, Di Stefano della sezione di Alghero. La partita è stata disputata su di un campo reso pesante dalla pioggia.
Con questo successo il Celano sale a quota 25 punti in classifica generale. Meno tre nei confronti della capolista Figline ma soprattutto più cinque lunghezze nei confronti della sesta piazza occupata dalla coppia Cisco Roma-Sangiustese. Domenica prossima delicata trasferta sul campo del Prato, reduce ieri dal tonfo per 2-1 a Monte San Giusto.

Andrea Sacchini 01/12/2008