Il Nereto batte la Biofox Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

693



BASKET. VASTO. Ospite decisamente scomodo per una BioFox alla ricerca di punti perduti, ospiti che arrivano con lo straniero dal cognome impronunciabile (Chukwuka) padrone incontrastato nell'area pitturata in zona d'attacco con realizzazioni su secondi e terzi tiri che alla fine fanno la differenza. Il pronostico diceva di una partita praticamente senza storia, mentre così non è stato perché gli ospiti non hanno avuto affatto vita facile pur costringendo i vastesi ad inseguire maledettamente condizionati dalle troppo basse realizzazioni nei tiri da sotto, dalla media e dalla lunga distanza.
Minora e compagni non facevo molto meglio, ma sicuramente un po' meglio segnando, inusuale per loro, con il contagocce con 19 punti nel primo parziale e 12 nel secondo, dall'altra parte i punti erano ancora meno: 12, poi10 per un vantaggio Nereto, al rientro negli spogliatoi per il riposo lungo, con 11 lunghezze che mantengono la gara aperta a tutti i risultati. Terzo quarto tutto a favore dei padroni di casa che dal 35-43 del 7° minuto passavo avanti di 2 (45-43) con un mini break di 9-0 con 90 secondi alla terza sirena che suona sul 47-45 e gara riaperta alla grande da Celenza e Di Rosso intenzionati a fare un brutto scherzo alla seconda della classe arrivata con una media punti realizzati pari ad 84 e con 75 subiti.
Si riprende per gli ultimi dieci minuti con la tripla ancora di Michele Di Rosso per il nuovo +5 (33':50-45), prontamente annullato da Carnesi e Chukwuka, poi prontamente ristabilito dal Celenza con un bel canestro da sotto ed una realizzazione da oltre i 6,25 metri (34':55-50), ma risveglia i bollenti spiriti degli uomini di Camaioni che con un mini-break di 0-8 si riporta avanti di 3 (55-58), con l'orologio agli ultimi suoi tre giri, e risultato fortemente compromesso per la BioFox da qualche errore di troppo dalla linea della carità.
All'uno su due di Celenza risponde Minora con la sua seconda realizzazione dalla lunga distanza (su 14 tentativi), poi c'è Di Rosso ancora con un solo centro sui due tentativi al quale replica Rossoli da sotto per il –6 (57-63) a soli 50 secondi dalla sirena finale e Nereto già con l'orecchio sul risultato di Venafro vs Penne alla ricerca di poter rosicchiare (come poi si verificherà per il primo passo falso della capolista) due punti importantissimi in ottica riaggancio e proseguo del campionato in grande spolvero. Gli ultimi secondi si trascorrono passeggiando da un canestro all'altro per i tiri liberi sul fallo sistematico con gli ospiti, pur soffrendo e limitati per un punteggio finale molto al di sotto della loro media offensiva, recuperano, in ottica statistiche annuali, una vittoria dopo un certo numero di sconfitte.

BIOFOX VASTO 61
NERETO BASKET 68

BioFox VASTO: CELENZA 19(38'), DI ROSSO 18(33'), Laccetti 12(34'), DESIATI 6(29'), DE ANGELIS 2(6'), Ierbs 2(20'), Marchesani 0(6'), NANNI 0(6'), Di Pol 0(28'), di Giulio n.e., Di Tullio n.e., Novelli n.e.. All.: Di Stefano.

NERETO: MAZZELLA 20(34'), CHUKWUKA 19(33'), CARNESI 15(26'), MINORA 6(29'), Rossoli 5(26'), Camaioni 3(15'), Mistichelli 0(2'), PICCININI 0(28'), Ruberti 0(7'), Ragni n.e.. All.: Camaioni.

Arbitri: Falcione di Campobasso e Fascia di isernia.
Note: Parziali: 1°q: 12-19; 2°q: 22-33(10-14); 3°q: 47-45(25-12); Finale: 61-68(14-23).
VASTO: Tiri da 2: 12/38(32%); da 3: 6/27(22%); Tiri Liberi: 19/29(66%); Falli: 21.
NERETO: Tiri da 2: 20/48(42%); da 3: 5/31(16%); Tiri Liberi: 13/18(72%); Falli: 24.
Usciti x 5 falli: Chukwuka (40':57-65) e Laccetti (40':61-66).
Fallo Tecnico: Desiati (25':33-39). Fallo Antisportivo: Ruberti (26': 33-41).

24/11/2008 8.58