2°Div/B. Due soli indisponibili domani per Giulianova e Celano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

906

GIULIANOVA. Entusiasmo alle stelle in casa Giulianova alla vigilia del dodicesimo turno di seconda divisione. Il derby vinto col Celano ha rilanciato i giallorossi in zona di alta classifica. Dopo undici giornate l'undici di Bitetto non può più nascondersi. È chiaro infatti che qualitativamente l'attuale organico del Giulianova appare superiore alla media del raggruppamento. Tesi sostenuta anche dal patron Bruno Sabatini e dal tecnico Leonardo Bitetto.
Il punto di forza, dando un'occhiata ai numeri, è ovviamente il reparto difensivo. Soltanto otto reti al passivo in undici incontri. Il migliore di tutto il girone B.
Domani però il Giulianova è atteso dalla trasferta sul campo della capolista Figline. I toscani, neopromossi in seconda divisione, hanno dalla loro il grande entusiasmo di chi si affaccia per la prima volta in un torneo professionistico e individualità tecniche di rilievo. Su tutti il portiere Pardini, Campolattano, Fanucchi, Giglioli ed il bomber della squadra Frediani. A loro si aggiunge la classe infinita del sempreverde Enrico Chiesa, che fino all'anno scorso militava in serie A.
Il Figline è reduce dal successo esterno 3-1 sul campo della Giacomense. Davanti il loro pubblico Chiesa e compagni in cinque partite hanno ottenuto tre successi, un pareggio ed una sconfitta. Fuori casa il Giulianova ha conquistato in cinque uscite una vittoria, una sconfitta e tre pareggi. Due dei quali consecutivamente sul terreno della Colligiana prima e del Gubbio poi.
Momento della squadra a parte Bitetto può sorridere del fatto che molti giocatori importanti sono ormai pienamente recuperati. Domani il tecnico degli abruzzesi recupererà dal turno di squalifica Pucello. Il giovane centrocampista si aggiunge ai ristabiliti Croce e soprattutto D'Aniello. Entrambi vicini a raggiungere il top della condizione atletica.
In settimana nel frattempo il giudice sportivo ha squalificato per una giornata il difensore del Giulianova Ogliari. Per la sostituzione di quest'ultimo sono in ballottaggio Ciminà e Lieti.
Per il resto assoluta conferma all'oramai collaudato 4-3-3: Mancini tra i pali. Vinetot, Garaffoni, Sosi e Ciminà in difesa. Croce, Pucello e D'Aniello a formare il trio di centrocampo. In avanti spazio al tridente Improta, Lisi, D'Antoni.
I sostenitori giallorossi che vogliono recarsi a Figline possono acquistare i tagliandi fino alle ore 19.00 di questa sera. Punti vendita consultabili sul sito www.ticketone.it

CELANO. C'è tanta voglia di riscatto in casa Celano dopo lo stop di sette giorni fa a Giulianova. Una sconfitta netta non certo per il risultato (2-1, ndr) ma per la prestazione nel complesso mediocre dell'undici di Modica. Inaspettatamente i biancazzurri hanno denotato notevoli passi indietro rispetto le precedenti domeniche.
Domani, ad ogni modo, arriva al Piccone la Sangiustese. L'occasione per conquistare la posta piena e rilanciarsi in zona play-off è ghiotta. Se non altro per i numeri stratosferici che il Celano ha fatto registrare davanti il proprio pubblico. Quattro successi ed un pareggio in cinque partite. Sedici reti realizzate a fronte di soltanto quattro subite.
Per contro la Sangiustese non si è comportata malissimo fino ad ora lontana da casa. Un'affermazione, due pareggi e tre sconfitte. Motivo per il quale il Celano dovrà stare attento a non sottovalutare l'avversario.
Tra le fila celanesi l'unico indisponibile dovrebbe essere Rossini, appiedato per un turno dal giudice sportivo. Il difensore era stato espulso domenica nei minuti finali del match col Giulianova. Al posto di Rossini il ballottaggio è a due tra Zaccardi e Perricone. Entrambi terminati in panchina nelle ultime domeniche. Il primo comunque al momento sembra in vantaggio sul centrale.
Per il resto scontata fiducia allo spregiudicato 4-3-3 di Modica: Vurchio in porta. Zanon, Scrozzo, Zaccardi e Morgante a formare i quattro di difesa. Barbetti, Giunchi ed uno tra Fanelli e Mignogna a centrocampo. In attacco le solite tre punte Villa, Negro e Dionisi.
Appuntamento per domani alle ore 14.30 allo stadio Piccone di Celano.
Infine una bella notizia per Federico Dionisi. Il capocannoniere del campionato ha giocato nella nazionale di Lega Pro. L'Italia, risultato 2-2, ha affrontato martedì a Benevento l'Inghilterra in un incontro valevole per l'edizione 2007/2009 dell'International Challenge Trophy.

Andrea Sacchini 15/11/2008