De Cecco si muove per salvare il Pescara? Intanto domani si gioca

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1300



PESCARA. Sarebbe pronto un gruppo di imprenditori locali pronti a rilevare dal fallimento la Pescara calcio. Questa è la novità delle ultime ore in casa Pescara.
Che qualcosa si stesse muovendo alle “spalle” dell'attuale gruppo si era avuta l'impressione con la concessione da parte di De Cecco del Poggio Degli Ulivi. Lo stesso De Cecco negli ultimi giorni aveva invitato alcuni fornitori della Pescara calcio a pazientare almeno fino al 20 novembre prossimo. Tra i tanti: farmacie, alberghi, ristoranti e lavanderia. Quest'ultima, non a caso, fornirà regolarmente le divise biancazzurre per il match di domani all'Aragona con la Paganese.
De Cecco ed alcuni imprenditori del territorio non ancora identificati avrebbero anche dato mandato ad alcuni collaboratori di monitorare con attenzione l'attuale situazione.
Ci sarebbe stato anche un incontro con alcuni giocatori della prima squadra al fine di infondere in loro maggiore tranquillità per il futuro. I primi giorni della prossima settimana saranno comunque decisivi per sapere se tale interessamento avrà o meno un seguito concreto.
I rappresentanti della società svizzera Eurocat Sa hanno tempo fino al 20 di novembre per effettuare una ricapitalizzazione societaria di circa un milione e mezzo di euro. Cifra che difficilmente verrà versata nelle casse del club biancazzurro. Il presidente del collegio sindacale Paolone, qualora non venisse effettuato l'aumento di capitale sociale, sarà costretto a portare i libri contabili in tribunale per dare processo all'iter fallimentare.
Gli attuali membri del cda inoltre, secondo alcuni indiscrezioni trapelate da ambienti vicini alla società, sarebbero pronti a breve a diramare un comunicato stampa di accusa nei confronti di città, imprenditoria locale, amministrazione comunale e organi di stampa. Tutti rei di aver messo i bastoni tra le ruote alla presunta neo proprietà del delfino.

DOMANI ALL'ARAGONA C'È PESCARA-PAGANESE

Domani intanto torna il campionato. All'Aragona di Vasto arriva la Paganese di Ezio Capuano.
Per la prima volta in questa stagione il Pescara affronterà in casa una compagine che, con ogni probabilità, baderà più a difendere che ad offendere. L'impegno, dunque, è molto più ostico di quanto si possa pensare. La Paganese inoltre, oltre ad avere un organico qualitativamente all'altezza della categoria, è reduce da ben tre successi consecutivi. A buon ragione l'undici di Pagani può essere definito come una delle sorprese del raggruppamento B di prima divisione.
Riguardo la formazione del Pescara il tecnico Galderisi dovrà fare a meno di diversi elementi importanti. Non ci saranno infatti Giuliano, Romito, Verratti, Corsi e De Sousa. Con ogni probabilità sarà indisponibile anche Bazzani che non ha ancora smaltito i guai al ginocchio.
Tali assenze non sono certo una novità ma il Pescara ha dimostrato in più di un'occasione di essere comunque all'altezza. Soprattutto a livello caratteriale.
Per il resto fiducia al 4-4-1-1 delle ultime domeniche. Prisco in porta favorito ancora una volta su Indiveri. Linea di difesa a quattro con Pomante-Siniscalchi centrali, Vitale a sinistra e Camorani a destra. A centrocampo Cardinale e Ferraresi centrali, Felci e Zeytulaev sugli esterni. In avanti Di Vicino a supporto del terminale offensivo Simon.
Pescara-Paganese verrà diretta da Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia. Guardalinee Sotgiu e Zucca.
Nella Paganese spazio dall'inizio agli ex Taccola e Caracciolo. In campo anche Pantanelli, per anni estremo difensore titolare in serie A e B con il Catania.
Appuntamento dunque domani alle ore 14.30 allo stadio Aragona di Vasto.

Andrea Sacchini 08/11/2008