2°Div/C. Vdg e Val Di Sangro lavorano per salire in classifica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

748



VALLE DEL GIOVENCO. Dopo tre successi consecutivi per la Valle Del Giovenco è arrivato il mezzo passo falso nel derby. Con la Val Di Sangro, inutile nasconderlo, è stata una prestazione al di sotto delle aspettative. Sul piano dell'impegno non può essere imputato nulla gli uomini di Chiappini, ma dal punto di vista del gioco è stato netto il passo indietro rispetto le precedenti domeniche. Questo senza contare che con i sangrini la Valle Del Giovenco ha confermato tutti i propri limiti tra le mura amiche. Allo stadio Dei Marsi, in quattro uscite stagionali, i biancoverdi hanno racimolato soltanto 6 punti in quattro gare. Un solo successo con l'Aversa Normanna e ben tre pareggi.
Uno dei motivi principali è l'eccessiva sterilità sotto porta. Quattro reti in altrettante partite delle quali tre solo nella vittoria con l'Aversa Normanna.
Inoltre la Valle Del Giovenco è apparsa troppo contratta malgrado la presenza dal primo minuto di diversi elementi dalle spiccate doti offensive. Decisivo comunque è stato l'atteggiamento giusto della Val Di Sangro che, come d'altronde tutte le compagini arrivate al Dei Marsi, hanno lasciato ai biancoverdi l'iniziativa. È normale dunque che dal punto di vista del gioco gli uomini di Chiappini si esprimano meglio in trasferta.
A riguardo c'è molta fiducia per il prossimo impegno lontano dal Dei Marsi. Domenica la Valle Del Giovenco farà visita al Catanzaro. Per l'occasione Chiappini dovrà rinunciare a Leo Criaco. Il difensore è stato appiedato per un turno dal giudice sportivo. Per il resto il tecnico spera di recuperare qualche uomo importante. Nessuna sanzione disciplinare invece per il Catanzaro.

VAL DI SANGRO. Clima sereno in casa sangrina dopo l'ottimo punto conquistato domenica nel derby. Ha destato buona impressione la fase difensiva dell'undici di Perri, sorpresa solo in occasione del pareggio biancoverde. Da migliorare però l'impatto dell'attacco, poco pungente. Sicuramente sarà decisivo il reintegro nella formazione titolare di Cacciaglia, regista insostituibile per il gioco d'attacco.
Tutto sommato il pari di Avezzano può essere accolto con piena soddisfazione dai biancazzurri.
Nel prossimo turno di campionato al Montemarcone, contro il Melfi diretta concorrente per la salvezza, sarà però d'obbligo la vittoria. I tre punti in casa Val Di Sangro, infatti, mancano da ben cinque turni.
Lascia comunque ben sperare il fatto che gli abruzzesi, tra le mura amiche, sono ancora imbattuti. Un successo 2-1 con l'Aversa Normanna e tre pareggi con Igea Virtus, Scafatese e Isola Liri.
Ieri il giudice sportivo non ha squalificato nessun giocatore della Val Di Sangro. Alcuna sanzione anche per quanto riguarda il Melfi.
In vista di domenica, comunque, l'obbiettivo è quello di recuperare completamente Cacciaglia. Nell'eventualità che il regista non torni al 100% della condizione a centrocampo è pronto Ruggiero, che non ha affatto sfigurato nelle ultime due uscite.
A partire dal prossimo turno le gare di seconda divisione avranno inizio alle ore 14.30 anziché alle 15.00.
Oggi alle ore 15.00 infine la Val Di Sangro è impegnata con il Foggia allo stadio Zaccheria per il primo turno della Coppa Italia Lega Pro. Per l'occasione il tecnico Perri impiegherà dal primo minuto i meno utilizzati fin qui in campionato. Il turno è ad eliminazione diretta senza match di ritorno. In caso di parità dopo i novanta minuti sono previsti due tempi supplementari da quindici minuti. Nell'eventualità di ulteriore pareggio tutto verrebbe deciso ai calci di rigore. La vincente di Foggia Val Di Sangro affronterà il Pescara.

Andrea Sacchini 22/10/2008