Virtus Lanciano: pochi dubbi di formazione per il derby col Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1170



LANCIANO. È ormai quasi scaduto il conto alla rovescia all'impegno di domani all'Aragona con il Pescara. C'è grande attesa tra i tifosi, ai quali la prefettura di Chieti ha rimosso il precedente divieto di trasferta emesso dal Casms.
Per quanto riguarda il calcio giocato il Lanciano è atteso alla prova del riscatto. I frentani, infatti, non vincono da cinque domeniche e sono alle prese con diversi elementi non ancora al top della condizione fisica. Morante ed Alfageme su tutti. Non è disponibile per squalifica, inoltre, l'estremo difensore Bordeanu.
Da risolvere inoltre i noti problemi concernenti la sterilità in fase d'attacco. Tre soli gol all'attivo in sei giornate. Penultimo posto in classifica generale con cinque punti. Decisamente pochini, al di là delle aspettative di un organico valido costruito in estate con ben altre ambizioni.
Per il derby col Pescara Di Francesco, squalificato in panchina, pare orientato ad affidarsi all'oramai collaudato 4-2-3-1. Modulo speculare agli adriatici. L'ex di turno Aridità tra i pali favorito su Rosellini. In difesa Vincenti, Bolic, Mammarella ed Oshadogan. Trio di centrocampo formato da Amenta, El Kamch e Margarita. Volpe trequartista a supporto del tandem offensivo Alfageme-Morante. Non è da escludere l'impiego dal primo minuto di Cossu in linea mediana e Turchi in appoggio alle punte.
Dirigerà l'incontro Luigi Nasca della sezione di Bari. Guardalinee Campana e Posado. Appuntamento alle 15.00 stadio Aragona di Vasto.
Tanti gli ex della contesa ora al Lanciano che hanno indossato la maglia biancazzurra. Aridità, Alfageme e Turchi. Tutti e tre al Pescara in occasione dell'ultimo campionato di serie C1.
Riguardo i tagliandi di settore ospiti i sostenitori frentani potranno utilizzare gli abituali punti vendita autorizzati dalla società frentana. Non sarà possibile accedere il giorno della partita nella zona antistante lo stadio Aragona senza aver preventivamente acquistato il biglietto.

Andrea Sacchini 11/10/2008