Secondo Ko per la Humangest Pescara Sport

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1365

Inizio di campionato in salita per la Humangest Pescara Sport. Alla sconfitta nel match interno con il Vallescrivia ha fatto seguito il k.o. a Genova contro l'Arenzano (12-6), tutte partite che sulla carta avrebbero dovuto essere abbordabili.
Ciò che invece si sta evidenziando è un campionato di A2/M di pallanuoto estremamente equilibrato, in cui nessuna squadra può essere considerata molto al di sotto delle altre. Così la Humangest sta soffrendo oltremodo, complice un gruppo piuttosto giovane e un torneo completamente nuovo e per certi versi poco conosciuto.
Certo, perdere così con l'Arenzano fa male, ma la stagione 2006 dovrà servire in particolar modo alla crescita dei ragazzi in attesa di tempi migliori, con l'obiettivo ben presente nella testa di centrare la salvezza. Che è la cosa più importante.
Uno dei giocatori da cui ci si aspetta tanto è il montenegrino Vladimir Latkovic, che ha commentato in questa maniera la doppia sconfitta: “Secondo me i problemi più gravi si sono visti nella fase difensiva: abbiamo subito ventiquattro gol in due gare e questo segnale è inequivocabile. Bisogna assolutamente sistemare qualcosa a livello tattico, ma sia chiaro che la responsabilità è tutta di noi giocatori che scendiamo in acqua e abbiamo l'obbligo di daee di più. Sabato ci aspetta un match contro il Quinto, cioè una delle realtà migliori della A2, sono convinto che vedremo un Pescara diverso”.
Sperando che non ci sia la solita partenza a handicap: dopo pochi minuti a Genova i padroni di casa erano già sul 5-1.
Fino al 25 gennaio due ragazzi biancazzurri, il portiere Nicola Petaccia e Luigi Gobbi, saranno impegnati con la nazionale Under 19 a Lignano Sabbiadoro.
23/01/2006 15.00