Lanciano. Di Francesco squalificato 4 giornate. Via libera ai tifosi in trasfert

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1059



LANCIANO. Mano pesante del giudice sportivo nei confronti di Eusebio Di Francesco. Il tecnico del Lanciano, infatti, è stato squalificato per ben quattro giornate di campionato. Decisivo per la pesante sentenza il referto del direttore di gara. Di Francesco era stato espulso per proteste ad una manciata di secondi prima della fine del primo tempo con l'Arezzo. Motivo delle proteste un calcio d'angolo dubbio concesso dall'arbitro ali toscani. Corner grazie al quale gli aretini sono pervenuti al pareggio.
Squalificato per un turno anche l'estremo difensore rossonero Bordeanu. Multa invece di 4.000 euro per la società Virtus Lanciano.
L'unica nota lieta degli ultimi giorni è giunta dalla decisione della prefettura di Chieti. I sostenitori del Lanciano, infatti, potranno seguire la propria squadra in trasferta all'Aragona di Vasto nel derby col Pescara. Inizialmente il Casms aveva giudicato la gara ad alto rischio di ordine pubblico. Nelle ultime ore, con un po' di buon senso considerato il fatto che la tifoseria frentana si è sempre comportata correttamente dentro e fuori casa, è stata fatta marcia indietro. Nei prossimi giorni dunque verranno messi regolarmente in vendita i tagliandi di settore ospiti dell'impianto Aragona.
Per quanto riguarda il calcio giocato il tecnico Di Francesco, incassata per l'ennesima volta la piena fiducia della società, è al lavoro per preparare un undici competitivo da presentare contro il Pescara. La condizione fisica dei migliori elementi è in aumento. Anche il gioco, dopo e prime giornate di latitanza, è in continuo miglioramento. Lo si è visto in occasione della partita di domenica al Biondi con l'Arezzo, che ha visto un discreto Lanciano frenato da una miriade di episodi tutti negativi. Il pensiero cade subito all'azione dell'espulsione di Bordeanu nel corso del primo tempo ed al calcio d'angolo che ha originato il pareggio aretino ad una manciata di secondi dal riposo.
Il rammarico in casa frentana, piuttosto comprensibilmente, non è ancora stato assorbito. Certo è che sul campo gli uomini di Di Francesco avrebbero sicuramente meritato miglior fortuna.
Per il match con il Pescara il tecnico rossonero, come già detto fuori per quattro giornate, dovrà rinunciare allo squalificato Bordeanu. L'estremo difensore rumeno verrà sostituito con ogni probabilità da Aridità. Quest'ultimo ex della contesa, oltre ad essere prodotto del settore giovanile pescarese, ha vestito la maglia della prima squadra biancazzurra nelle ultime due stagioni.

Andrea Sacchini 08/10/2008