1°Div/B. Tonfo interno del Lanciano 1-2 col Potenza

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1310

LANCIANO. Prima sconfitta interna del Lanciano che cede 2-1 al cospetto di un Potenza tutt'altro che trascendentale. Tanti i rimpianti per l'undici di Di Francesco, che ha subito il punto del 2-1 in superiorità numerica. Una sconfitta che lascia pochi alibi al Lanciano che poteva e doveva ottenere i tre punti. Questo non soltanto per il maggior tasso tecnico dei giocatori frentani, ma piuttosto per le tante occasioni da gol create e non concretizzate. La sfortuna ha giocato un ruolo importante in negativo per i rossoneri ma serve maggior cinismo sotto porta.
Il risultato non ha rispecchiato i reali valori visti in campo ma è giusto sottolineare che il Potenza non ha rubato nulla. Gli errori, soprattutto in fase difensiva, sono stati pagati a caro prezzo. Entrambi i gol, non a caso, sono giunti in azioni rapide di contropiede. Il secondo in particolare, come già detto, è arrivato in situazione di superiorità numerica. Ripartenze devastanti originate soprattutto dall'evidente eccessiva distanza tra i reparti.
Errori difensivi a parte il Lanciano ha trovato grandi difficoltà nello sfruttare le corsie esterne. Negativo anche l'apporto dei centrocampisti centrali, che hanno faticato oltremodo nel produrre gioco per le punte.
Dal canto suo il Potenza non ha demeritato ed ha capitalizzato al massimo i “regali” offerti del Lanciano. Tre punti importanti che hanno consentito ai lucani di annullare il pesante meno tre in classifica generale.
Primo tempo giocato male da parte degli abruzzesi, apparentemente meno determinati rispetto gli ospiti. Nella ripresa un po' meglio ma non è bastato a raddrizzare una partita nata male e terminata peggio.
Potenza in vantaggio già al quinto grazie ad una indecisione di El Kamch, che ha perso palla a centrocampo favorendo il contropiede di Cozzolino che a tu per tu con Aridità non ha fallito.
Al 40esimo il Lanciano ha pareggiato dal dischetto con Morante. Nella ripresa, seppur in inferiorità numerica, i potentini hanno realizzato ancora in azione di contropiede il punto del 2-1 finale con Cammarota.
Di Francesco ha schierato il suo Lanciano secondo i canoni del 4-3-2-1: Aridità in porta, Bognar, Vincenti, Daleno, El Kamch, Bolic, Margarita, Amenta, Morante, Mammarella e Volpe. In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Alfageme, Turchi e Tarquini.
Nel Potenza il tecnico Gautieri, subentrato in settimana all'esonerato Chierico, si è affidato al 4-4-2 classico: Groppioni, Pires, Parisi, Cammarota, Cuomo, Di Bella, Masini, Prevete, Cozzolino, Nolè e Sabatino.
Per merito di questa sconfitta il Lanciano resta inchiodato a quota tre in classifica. Un passo falso, il secondo consecutivo dopo il rovescio di Benevento, che non muta comunque gli obbiettivi stagionali del club rossonero. Domenica il Lanciano farà visita alla Pistoiese, a questo punto diretta concorrente per la salvezza.

LEGA PRO DI PRIMA DIVISIONE GIRONE B. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Arezzo-Juve Stabia Posticipo di Stasera
Crotone-Real Marcianise 1-0
Foggia-Cavese 1-0
Gallipoli-Foligno 2-0
Paganese-Pistoiese 1-0
Perugia-Sorrento 0-2
Taranto-Benevento 1-1
Ternana-Pescara 4-0
Lanciano-Potenza 1-2

Classifica: Ternana e Gallipoli 9; Arezzo, Crotone e Foggia 6; Benevento e Taranto 4; Sorrento, Juve Stabia, Cavese, Paganese, Real Marcianise, Pistoiese, Foligno, Perugia, Lanciano e Pescara 3; Potenza 0 (-3).

Prossimo turno: Sorrento-Ternana, Real Marcianise-Taranto, Potenza-Arezzo, Pistoiese-Lanciano, Pescara-Perugia, Juve Stabia-Gallipoli, Foligno-Foggia, Cavese-Crotone, Benevento-Paganese.

Andrea Sacchini 15/09/2008