Pescara e Lanciano: per domani hanno pochi dubbi di formazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1178


PESCARA. Dopo il meritato successo interno col Foggia il Pescara, domani al Liberati di Terni (inizio ore 15.00), cerca conferme al cospetto di una delle favorite alla vittoria finale del campionato. La Ternana, a punteggio pieno dopo due giornate, è avversario ostico con pochi punti deboli. Fondamentale sarà ripartire da quanto di buono messo in mostra domenica scorsa col Foggia. Gioco veloce ed a tratti anche bello. Il tutto ovviamente cercando di essere maggiormente cinici sotto porta, limitando al contempo al minimo tutti quegli errori difensivi costati la sconfitta la settimana prima a Crotone.
Il tecnico del Pescara Giuseppe Galderisi ha le idee chiare sulla formazione da schierare domani a Terni. L'unico dubbio riguarda l'utilizzo dal primo minuto di Fabio Bazzani, non ancora al top della condizione. Difficilmente però Galderisi rinuncerà al bomber più quotato a sua disposizione.
Scelta ormai già fatta anche sul centrale di difesa da affiancare all'inamovibile Pomante. I candidati sono Siniscalchi e Romito, con il primo al momento in chiaro vantaggio sull'ex Chieti e Napoli.
Per il resto tutta la rosa a disposizione dell'ex allenatore del Foggia tranne l'infortunato De Sousa.
4-4-2 classico con Indiveri in porta. Linea di difesa a quattro con Siniscalchi e Pomante centrali, Vitale a sinistra e Giuliano a destra. In alternativa a quest'ultimo c'è Camorani, che ha ben figurato sull'out di destra con il Foggia. In mediana tre uomini per due maglie da titolare con il ballottaggio Cardinale, Camorani e Ferraresi. Dei tre solo il primo è certo del posto. Sugli esterni le idee di Felci a destra e Zeytulaev a sinistra ad innescare il tandem offensivo Simon-Bazzani. In caso di forfait di quest'ultimo scalpita Di Vicino, con Simon unico terminale offensivo.
La gara verrà diretta da Gianmattia Tasso di La Spezia, coadiuvato da Caroti e Gambini.
Trasferta vietata infine ai tifosi del Pescara. Lo stadio Liberati, infatti, verrà aperto ai soli abbonati della Ternana.

LANCIANO. Pochi dubbi di formazione per il tecnico Di Francesco per la sfida interna di domani al Biondi (ore 15.00) contro il Potenza. Missione riscatto per il Lanciano con il chiaro obbiettivo di dimenticare la brutta sconfitta di domenica scorsa a Benevento. Rovescio pesante non tanto per il risultato finale, 3-0 per i giallorossi, ma per la scarsa vena propositiva dell'undici abruzzese. Praticamente zero tiri in porta e difesa troppo spesso in balia degli attacchi campani.
Per il match col Potenza l'unico dubbio di Di Francesco riguarda il reparto offensivo. Per il ruolo di unico terminale offensivo, infatti, il ballottaggio è tra Morante e Tarquini. La grande esperienza maturata in questi anni di prima divisione spingerebbe per l'ex Verona e Sambenedettese, ma Tarquini sta certamente meglio dal punto di vista fisico. Probabile che il tecnico sciolga le riserve solo al termine dell'allenamento di rifinitura della domenica.
Per il resto Aridità dovrebbe essere schierato tra i pali in sostituzione dell'infortunato Bordeanu e dello squalificato Rossellini. Difesa a quattro con Vincenti, Bolic, Mammarella e Daleno. A centrocampo Mazzetto, El Kamch e Cossu. In avanti Volpe e Margarita a supporto di uno fra Tarquini e Morante. Unico indisponibile, oltre allo squalificato Rossellini, è l'infortunato Colussi che ne avrà per almeno un mese.
Per quanto riguarda il Potenza, due sconfitte su due e -3 in classifica generale, ha già esonerato il proprio allenatore Odoacre Chierico. La squadra è stata temporaneamente affidata a Carmine Gautieri che sederà in panchina a Lanciano.
La gara verrà diretta da Ciro Carbone di Napoli. Guardalinee Falanga e Surano.

Andrea Sacchini 13/09/2008