2°Div/C. Vdg:sciopero del tifo. Val Di Sangro: Perri ha scelto la formazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

960


VALLE DEL GIOVENCO. Prosegue la protesta dei tifosi della Valle Del Giovenco, che diserteranno gli spalti dello stadio Dei Marsi anche in occasione della gara interna di domani con la Scafatese.
«I tifosi avezzanesi comunicano che proseguiranno la propria protesta attuando lo sciopero del tifo nella partite interne allo stadio Dei Marsi fin quando la società Valle Del Giovenco non sarà concesso di mutare la propria denominazione in Fc Avezzano Vdg» - così apre il comunicato stampa diffuso in settimana dalla tifoseria organizzata biancoverde che prosegue - «a partire dal 15 settembre, invitiamo la società stessa ed i suoi tesserati ad affiancarsi alla protesta dei propri tifosi».
La tifoseria avezzanese, organizzata e non, è compatta nel proseguire ad oltranza lo sciopero del tifo. Anche giocatori e tecnico, visibilmente delusi da tale situazione, con dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa locali hanno dato sempre pieno appoggio alla protesta attuata nelle ultime due settimane.
Per onor di cronaca la Valle Del Giovenco disputa le gare casalinghe allo stadio Dei Marsi di Avezzano, ha il lupo sul proprio scudetto ed ha i colori sociali bianco e verde. Tutti simboli della storica tradizione dell'Avezzano calcistica. Oltre a ciò la sede sociale del club è stata spostata la scorsa stagione da località Pescina a via Diaz sita in Avezzano.
Manca appunto soltanto il cambio di denominazione, fondamentale, per concludere il processo di identificazione del club del patron Luca Mastroianni con la città di Avezzano.
Arrivati a questo punto l'augurio di tutti è quello della risoluzione al più presto di questa strana situazione. L'undici di Chiappini, senza retorica, ha grande bisogno del pubblico di Avezzano.
Per quanto riguarda i regolamenti la società Valle Del Giovenco ha inoltrato domanda di cambio di denominazione sociale entro i termini previsti dalla legge. Termine ultimo per la stagione in corso fissata al 30 giugno 2008. L'intera documentazione, curata in prima persona dall'avvocato campano Eduardo Chiacchio, è stata trasmessa per tempo alla Lega. La stessa però ad oggi ancora non ha comunicato la propria decisione. In questa situazione di incertezza a rimetterci, come sempre, è la tifoseria in primis.
Spostando l'attenzione al campionato domani (ore 15.00) allo stadio Dei Marsi arriva la Scafatese. L'undici di Chiappini ha tutte le carte in regola per conquistare tre punti ed allungare a tre la striscia positiva di risultati. Sono in dubbio Piva, Bettini, Laboragine e Zarinè, ma il tecnico conta di recuperare almeno un paio di loro. Per il resto fiducia allo stesso undici vittorioso domenica scorsa a Lamezia, con il tandem offensivo Berra-Arcamone. In mediana spazio per Giordano e De Angelis, con Di Pasquale in posizione di raccordo tra centrocampo e attacco.
La Valle Del Giovenco è in buona forma ma dal canto suo la Scafatese, a punteggio pieno dopo due giornate, attraversa un momento esaltante. Il tecnico Agenore Maurizi, con quasi tutta la rosa a disposizione, avrà solo l'imbarazzo della scelta. In attacco è ballottaggio a tre fra De Luca, Martone e Varriale per due maglie da titolare. Per il resto nessun dubbio.

VAL DI SANGRO. Domani (ore 15.00) al Montemarcone di Atessa arriva l'Aversa Normanna, tre punti in classifica, club neopromosso in seconda divisione. L'occasione è ghiotta per tentare di conquistare la prima vittoria in campionato. L'undici di Perri è carico a mille dopo la vittoria mercoledì con la Sangiustese, che ha garantito ai sangrini uno storico passaggio al secondo turno della Coppa Italia Lega Pro. La condizione fisica va aumentando e l'obbiettivo è quello di essere al top entro la quarta o quinta giornata. Già però dal match di Coppa si è avuta l'impressione di un netto miglioramento rispetto la prima di campionato, pareggiata 1-1, disputata al Montemarcone.
Per quanto riguarda la formazione di domani permangono pochi dubbi per il tecnico della Val Di Sangro Perri. Dal primo minuto dovrebbero partire Ameltonis in porta, Del Grosso, Paolacci e Rogato in difesa, Epifani e Campli a centrocampo con Memmo e Mainella di punta. Quest'ultimo autore del gol qualificazione nel match di mercoledì con la Sangiustese. Spazio dal primo minuto anche per Cacciaglia, di rientro da due turni di squalifica, uomo fondamentale di centrocampo. L'attaccante Fiorotto, invece, deve scontare ancora un turno di squalifica. Questa pesante eredità del burrascoso finale del match di ritorno play-out perso con la Scafatese.
Val Di Sangro-Aversa Normanna verrà diretta da Leonardo Corradini di Macerata. La compagine campana, allenata da Renato Cioffi, in settimana ha battuto in amichevole 16-0 la Boys Caivanese, club di Eccellenza. Reti granata di Ingeito (6), tre di Romano e Palumbo, due di Improta ed una a testa per Longo e Silvestri.
Nessuna novità, infine, circa la polemica nata in settimana tra la dirigenza sangrina e l'amministrazione comunale di Atessa. Il patron Pellegrini, su alcuni organi di stampa, aveva criticato in primis il sindaco di Atessa Nicola Cicchitti per il mancato accordo tra club sangrino e amministrazione comunale per l'utilizzo degli impianti sportivi.

Andrea Sacchini 13/09/2008