2°Div/C. Valle Del Giovenco: protesta dei tifosi. Val Di Sangro oggi in campo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

959


VALLE DEL GIOVENCO. Prosegue senza tregua la protesta dei tifosi, che verrà protratta anche in occasione della sfida casalinga di domenica allo stadio Dei Marsi contro la Scafatese.
I sostenitori biancoverdi protestano per l'allungarsi dei tempi del tanto atteso cambio di denominazione sociale. Da Pescina Valle Del Giovenco ad Avezzano Valle Del Giovenco. Fino al cambio di denominazione il tifo organizzato del lupo diserterà le partite interne della formazione abruzzese.
È dunque ipotizzabile che il Dei Marsi di Avezzano offrirà ancora una volta un colpo d'occhio desolante. Proprio come i circa 450 tifosi presenti alla prima di campionato con il Monopoli. Un vero peccato dopo il buon inizio di campionato degli uomini di Chiappini, vittoriosi l'ultimo turno per 3-0 sul campo del Vigor Lamezia. Una rotonda affermazione che ha cancellato in un sol colpo i problemi di dell'attacco abruzzese, a secco da oltre 450 minuti.
Buone notizie, inoltre, sono giunte dal pacchetto arretrato imbattuto per la seconda volta consecutiva.
Proprio per questo il tecnico biancoverde, in vista del match di domenica, a meno di sorprese dovrebbe confermare lo stesso undici impiegato a Lamezia. L'obbiettivo è quello di cambiare il meno possibile al fine di migliorare l'intesa di squadra.
Sicuramente indisponibile però sarà Cruciani, che deve ancora scontare un turno di squalifica.

VAL DI SANGRO. In casa Val Di Sangro il morale non è dei migliori dopo la sconfitta per 4-2 rimediata a Cassino. La prestazione nel complesso non è stata male, ma per l'ennesima volta l'undici sangrino ha pagato a caro prezzo le disattenzioni difensive. Proprio come successo la domenica prima al Montemarcone con l'Igea Virtus.
Ed esattamente come nel match con i siciliani la Val Di Sangro ha palesato gli stessi limiti d'attacco, con troppe favorevoli chance da rete non concretizzate.
Se a quanto detto si aggiunge anche un po' di sfortuna, come in occasione del rigore fallito da Campli, allora è spiegato il rovescio di Cassino.
Domenica al Montemarcone arriva l'Aversa Normanna, neopromossa dalla serie D. L'occasione per il pronto riscatto è ideale. Il tutto augurandosi di evitare le tante disattenzioni difensive fatte registrare nelle prime due giornate di campionato.
Per il match con l'Aversa ad ogni modo Perri ha in mente qualche cambio di formazione. Fondamentali sono i rientri da squalifiche di Rogato e soprattutto Cacciaglia, la cui assenza è pesata non poco nell'economia del gioco sangrino.
Nel frattempo la società resta ancora vigile sul mercato. Lo stesso per i sangrini si chiuderà alle 19.00 dell'11 settembre per la deroga di dieci giorni concessa dalla Lega alle società ripescate. L'obbiettivo dell'entourage abruzzese è quello di ingaggiare elementi in grado di far fare un ulteriore salto di qualità all'attuale rosa.
Infine oggi alle 17.00 la Val Di Sangro sarà impegnata a Lanciano contro la Sangiustese per il terzo incontro del girone I della Coppa Italia Lega Pro. Si gioca al Biondi a causa dell'indisponibilità del Montemarcone di Atessa.
Perri per l'occasione ha in mente di utilizzare un robusto turnover, dando la possibilità di mettersi in mostra a coloro che fino ad ora sono stati poco impiegati.
Il match verrà diretto da Marco Citro di Battipaglia. La Val Di Sangro deve anche recuperare la partita di Coppa con il Giulianova. Ai sangrini per ottenere il passaggio al turno successivo basterà una vittoria con la Sangiustese o con il Giulianova.

Andrea Sacchini 10/09/2008