Giorgio Di Vicino: «a Pescara per fare qualcosa di importante»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1664


PESCARA. Nell'ultimo giorno di mercato il Pescara ha portato a termine tre operazioni ufficializzando gli ingaggi di Siniscalchi, Simon e Di Vicino.
Proprio quest'ultimo, a titolo definitivo, è approdato in biancazurro per colmare il “buco” nella voce trequartista-seconda punta: «sono entusiasta di essere qui a Pescara. Una piazza importante che certamente merita tanto. Sono qui con l'obiettivo di far bene insieme al nuovo tecnico ed ai compagni. Degli attuali compagni conosco Cardinale, Prisco, Camorani e Stella».



Il centrocampista classe 1980, nel pieno della maturità per un calciatore, vanta una lunga militanza tra serie B (molta) e C con le maglie di Bari, Salernitana, Piacenza, Ternana, Lecce, Crotone, Napoli e Spal. Nell'ultimo campionato Di Vicino ha diviso la sua stagione tra Ternana, in C1 e Spezia in serie B: «l'anno scorso a Spezia abbiamo disputato un campionato non positivo, ma a livello personale mi ritengo soddisfatto. Arrivo qui con tanta voglia di dimostrare qualcosa e dare il mio contributo alla squadra ed ai compagni. Non so ancora come ha intenzione di giocare il tecnico, ma da parte mia c'è tutta la disponibilità a ricoprire qualunque ruolo. Vedremo in settimana».
La sconfitta di Crotone non modifica le ambizioni di inizio campionato: «siamo partiti col piede sbagliato è vero ma siamo ancora alla prima giornata. Abbiamo un gruppo valido composto da elementi importanti. Dobbiamo migliorare sugli errori fatti. Di questo però già ne abbiamo parlato con il mister. Siamo già concentrati sulla partita di domenica che, inutile nasconderci, è importante».
Su dove può arrivare questo Pescara Di Vicino è chiaro: «la società ha ambizioni importanti e lo ha dimostrato sul mercato costruendo un gruppo forte per la categoria. Tocca a noi giocatori dimostrare sul campo il nostro valore e giocare ad alti livelli».
Malgrado abbia sostenuto il suo primo allenamento con i nuovi compagni solo oggi, il neo centrocampista pescarese è già pronto per essere buttato nella mischia: io sono già pronto ma rispetterò ovviamente le decisioni del tecnico Galderisi. È giusto puntare per il momento su chi si è allenato più tempo qui. Non nascondo che sarei contentissimo di esordire già domenica».

Andrea Sacchini 03/09/2008