Teramo: iscrizione ancora in alto mare. Giulianova: di mezzo anche la politica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

894

TERAMO. Prosegue la lotta contro il tempo per l'iscrizione del Teramo calcio al prossimo campionato. Nelle ultime ore non si segnalano sostanziali novità.
Le liberatorie dei calciatori per l'iscrizione, infatti, non sono ancora giunte.
Certo dunque che in caso di partecipazione al prossimo campionato il diavolo partirà con una penalizzazione.
Questo però sarebbe il male minore data l'attuale situazione del club. Ci sono ancora da cercare gran parte dei 700mila euro per l'iscrizione al prossimo torneo. Tanti semplici tifosi hanno risposto presente donando denaro al conto corrente per salvare la società. Inevitabilmente però sarà decisivo l'aiuto dei grandi imprenditori della città. I 700mila euro non a caso sarebbero solo la punta dell'iceberg di una situazione debitoria ben più grave. Secondo le ultime stime qualcosa in più di tre milioni e mezzo di euro. C'è tempo fino al 15 di luglio. Entro questa data infatti chi non sarà in regola al 30 giugno potrà fare ricorso alla Covisoc. La stessa il 17 luglio darà un parere al Consiglio Federale sull'ammissione o meno al campionato dei suddetti club. Il giorno successivo il Consiglio Federale si esprimerà sulla questione. Dopo questa data ci sono ancora i ricorsi alla Camera di Conciliazione e all'Arbitrato dello Sport.
Per quanto riguarda le vicende di mercato, un altro teramano ha fatto le valigie. Il centrocampista Paolo Capodaglio, infatti, è ufficialmente un giocatore della Paganese.

GIULIANOVA. L'iscrizione del club al prossimo campionato di seconda divisione diventa un caso politico. Non più tardi di quattro giorni fa il patron Sabatini aveva accusato l'amministrazione comunale di Giulianova per la mancanza di sensibilità nei confronti della squadra della città. Sulla questione è intervenuto il vice coordinatore del Pdl Carmine Martelli, che ha ringraziato Sabatini per tutto ciò che di buono è stato fatto fino ad ora. Martelli ha inoltre criticato il comportamento del Presidente della Provincia D'Agostino e l'assessore Di Liberatore, rei di essersi concentrati solo sulla grave crisi del Teramo. Il tutto lasciando da solo Sabatini mettendo in crisi l'iscrizione del Giulianova.
Nel frattempo nell'ottica di nuovi ingressi in società non è ancora definitivamente sfumata la pista Campitelli. Ad ammetterlo è stato il presidente Bruno Sabatini, che auspica l'ingresso di forze fresche in seno al club. Campitelli, ad ogni modo, non è l'unico nome sul taccuino del patron giallorosso.
Per quanto riguarda il mercato si continua a lavorare sull'attacco. Riscattato interamente Paponetti, si lavora con il Pescara anche per Vellucci.
Per la difesa sono sempre in auge i nomi di Fruci e Mottola del Pescara.

Andrea Sacchini
30/06/2008 8.39