Pescara. Riscattati Giuliano ed Irineu si pensa a puntellare l'attacco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1230



PESCARA. Il Pescara riscatta ufficialmente Giuliano e Irineu. Il primo, dallo Spezia, ha disputato un ottimo campionato lo scorso anno con Lerda nel ruolo prevalente di terzino destro, mentre la giovane punta ha trascinato la squadra Beretti biancazzurra sino alla finale nazionale poi persa con la Pro Sesto.
Con il riscatto di Giuliano salgono ad otto undicesimi i titolari dell'ultima stagione confermati. Mancano all'appello Micco, che a giorni si accaserà in serie C, Romito e Sansovini per i quali richiesta e offerta ancora non collimano con i club proprietari di entrambi.
Sul bomber, ad ogni modo, il Grosseto pare aver ridotto sensibilmente le proprie richieste, che inizialmente si aggiravano sui 600mila euro per la sola comproprietà.
Entro il 25 giugno dovranno essere risolte poi tutte le restanti compartecipazioni.
In caso di mancato accordo si andrà alle buste per Carozza con il Bari, Sembroni con la Sampdoria e Zappacosta con la Fiorentina. Mentre il primo appare destinato a tornare in Abruzzo, gli altri due dovrebbero restare nelle attuali società.
Per quanto riguarda i nuovi arrivi, resta ancora calda la pista che porta a Umberto Del Core.
La punta veloce in comproprietà tra Catania e Foggia, infatti, avrebbe già espresso gradimento per il proprio approdo in riva all'Adriatico.
Molto probabile che la trattativa decolli ed arrivi a felice conclusione entro un paio di settimane massimo. Non è da escludere l'inserimento di Vitale nell'affare qualora Del Core venisse interamente riscattato dal Catania.
Difficile il trasferimento a Pescara di Plasmati, che verrà riscattato dal Taranto sempre dagli etnei. Più verosimile invece l'arrivo del giovane Girardi di proprietà del Chievo.
Non ci sono novità da segnalare per quanto riguarda Francesco Dettori, ma difficilmente i biancazzurri rinunceranno a cuor leggero al miglior regista della categoria.
Nel frattempo ieri mattina si è tenuto l'incontro programmato da giorni tra Gerardo Soglia ed il sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso. Incontro informale nel quale si è discusso della questione stadio Adriatico e sul possibile ingresso di nuovi soci all'interno del club. Il patron biancazzurro ad ogni modo ha espresso la piena volontà di continuare alla guida del sodalizio adriatico.
Per quanto riguarda l'iscrizione al prossimo campionato, infine, è stato pagato senza problemi il milione e 800mila euro di debito. Tale cifra rappresenta la prima rata del pesante debito Iva riconducibile alle passate gestioni societarie.

Andrea Sacchini 24/06/2008