Teramo-Polverino: siamo alla stretta finale. Nuovi soci per il Giulianova

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1200


TERAMO. Nelle ultime ore si registrano passi in avanti nell'infinita vicenda societaria della Teramo calcio. Nei giorni scorsi Malavolta e Polverino si erano trovati d'accordo sul compromesso per la vendita delle quote del club, a condizione però che la gestione della pubblicità all'interno dello stadio venisse condotta in prima persona dalla Teramo calcio.
Il sindaco Gianni Chiodi, da questo punto di vista, si era detto disposto a trattare con l'imprenditore campano la gestione dell'impianto sportivo solo a compravendita completata del Teramo calcio. In sostanza le posizioni dei due non sono mutate.
Decisivi saranno i prossimi giorni.
Sabato è previsto il consiglio di amministrazione della società che nominerà il nuovo presidente. Se Polverino rileverà l'intero pacchetto azionario del diavolo allora il calcio a Teramo potrà proseguire, altrimenti sarebbe il crack sotto ogni punto di vista.
Oggi ad ogni modo potrebbe esserci un incontro tra Polverino ed il sindaco di Teramo Chiodi per cercare di limare le eventuali incomprensioni tra i due. Il tempo è ristretto ed entro poche ore potrebbe conoscersi il futuro del club abruzzese. L'imprenditore campano comunque, che ha ammesso di avere poco tempo a disposizione, ha assicurato il massimo impegno per salvare la Teramo calcio. Polverino d'altronde, arrivati a questo punto, rappresenta l'unica speranza di evitare la fine del calcio nel capoluogo abruzzese.

GIULIANOVA. Sono ore febbrili a Giulianova per la conclusione della trattativa tra l'attuale patron Sabatini e l'imprenditore Proietti, con quest'ultimo che allargherebbe in maniera importante la base societaria del club.
Quando verrà messo tutto nero su bianco si potrà pensare a stilare l'organigramma societario per la stagione 2008/2009, con la nomina anche del nuovo direttore sportivo.
Oltre alle vicende societarie in casa Giulianova impazza anche il mercato, che da qui a breve aprirà ufficialmente i battenti.
Il club giuliese, con Ernesto Cichella, ha già messo sotto contratto il primo rinforzo per la stagione 2008/2009.
Il suo acquisto, ormai è chiaro, coprirà la falla lasciata aperta dopo la partenza di Macrì, che non ha rinnovato il contratto.
Dopo il passaggio di Bettini al Figline dovrebbe lasciare Giulianova anche Piva. Contrariamente alle previsioni di inizio maggio, dunque, la difesa dovrebbe essere rivoluzionata, con l'innesto probabilmente anche di un paio di rinforzi provenienti dalla forte primavera del Pescara. Negli ultimi giorni si è fatto il nome di Fruci. Non è escluso anche il trasferimento di Mottola dati i buoni rapporti tra Giulianova e Pescara.
Per il centrocampo è stato rinnovato fino al 2010 il contratto di Giuseppe Cichella, fratello del neo-acquisto Ernesto Cichella.
I problemi più grossi per il patron Sabatini riguardano però il reparto offensivo, ad oggi privo di attaccanti sotto contratto. Mentre su Paponetti e Vellucci le possibilità di accordo con il Pescara sono alte, il Giulianova ha dovuto incassare i no da parte di Melchiorri e Campagnacci. Entrambi infatti, che partiranno solo dietro lauto pagamento ai rispettivi club di appartenenza, non vestiranno per il secondo anno consecutivo la casacca giallorossa. Potrebbe arrivare invece Bettini, svincolato dalla Valle Del Giovenco, col quale a giorni potrebbe esserci un contatto importante.
Per quanto riguarda infine la vicenda ripescaggio, è vero che il Giulianova farà richiesta alla Lega ma, malgrado il grande numero di squadre in crisi iscrizione, difficilmente il club giallorosso verrà ripescato in serie C1. Provare, ad ogni modo, non costa nulla...

Andrea Sacchini 20/06/2008