Il Teramo calcio ha una nuova proprietà ed è salvo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1441


TERAMO. Il Teramo calcio è salvo ed i tifosi del diavolo possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Dopo mesi difficili a livello societario, iniziati in pratica dall'avvento dei Paolone alla guida del club, il sodalizio teramano ha una nuova proprietà ed un nuovo presidente. La carica di patron verrà ricoperta da Aldo Di Francesco, l'imprenditore che più di tutti si è operato per il bene del Teramo. Presidente onorario sarà invece il principe libico Idris Al Senussi, che in questa occasione ha dato una mano importante, soprattutto dal punto di vista economico, alla salvezza del club biancorosso. I debiti della società, circa 3 milioni e mezzo di euro, sono stati colmati dalla nuova proprietà.
Per la salvezza del club è stato importante anche l'intervento dell'ex patron Romano Malavolta, che si è esposto per ulteriori 350mila euro circa.
Al fianco di Aldo Di Francesco e Al Senussi ci sono altri tre personaggi del tessuto imprenditoriale teramano e non.
Risolte positivamente le vicende societarie è il momento di tuffarsi con impegno all'imminente calciomercato estivo. Non sono da escludere rinnovi ai calciatori più validi della rosa in scadenza di contratto.
Considerato che siamo alle porte di giugno, c'è tutto il tempo per allestire una compagine di alto profilo, che possa perché no lottare da subito per conquistare la serie C1.
Il primo nodo da sciogliere però, ovviamente, riguarderà quello del tecnico. Al momento per la panchina del Teramo sarebbero in lizza Leonardo Rossi, Cifaldi e Pagliari. È giusto comunque sottolineare che sono soltanto nomi, non essendo ancora stato affrontato per nulla il discorso allenatore dai vertici della società. Certamente sulla scelta del tecnico influirà l'idea del nuovo Direttore Sportivo, che dovrebbe essere a meno di sorprese Alessandro Cesaroni.

Andrea Sacchini 31/05/2008