Niente miracolo a Castellammare. Il Lanciano retrocede in C2

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1310


CASTELLAMMARE DI STABIA. Tutto come previsto. Il Lanciano retrocede in serie C2 non essendo riuscito nell'impresa di vincere con almeno due gol di scarto. Con la Juve Stabia il risultato è stato solo di 0-0. Finale ampiamente giusto per i valori tecnici espressi in campo con un Lanciano inspiegabilmente demotivato, al cospetto di una Juve Stabia concentrata e vicina più volte al gol. Prestazione disastrosa dei rossoneri, che confermano per l'ennesima volta l'impressione di una squadra in versione “balneare” nel momento clou della stagione.
A nulla sono servite le tante dichiarazioni di ottimismo e speranza della famiglia Maio rilasciate in settimana. La squadra guidata dal tecnico Moriero ha dato la chiara impressione di resa già dai primi minuti della contesa. Rossoneri timidi ed impacciati, con una Juve Stabia, oltre i propri innegabili meriti, in pieno controllo del match.
Al terzo minuto già padroni di casa pericolosi con Rizza che, appena entrato in area di rigore, ha concluso debole e centrale.
Al diciassettesimo ancora Juve Stabia pericolosa. Errore di Delli Carri che favorisce Rizza, bravissimo successivamente ad innescare la progressione di Baclet il cui tiro termina di poco sul fondo. Due minuti più tardi è Farelli che si esalta respingendo una botta ravvicinata di Peluso.
Nei primi minuti della ripresa la più grande occasione per il Lanciano con un pallonetto fuori misura di Bonvissuto a tu per tu con Trini. Sul finire gran tiro di Cruciani dalla distanza che ha chiamato Trini al grande intervento.
Nel finale anche un rosso, con il Lanciano che ha concluso il match in dieci causa l'espulsione di Silvestri.
Il tecnico dei rossoneri Moriero ha optato per il seguente undici titolare: Farelli, Vincenti, Pisacane, Bagalini, Delli Carri, Bolic, Pagliarini, Carcuro, Bonvissuto, Cruciani e Wilker. In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Alberti, Silvestri e Lauria.
La gara ha avuto inizio con un quarto d'ora di ritardo in quanto le divise ufficiali del Lanciano sono state sottratte, ovviamente non si sa da chi, dagli spogliatoi.
A fine match è stata notevole la delusione dei tanti sostenitori frentani giunti a Castellammare si Stabia colmi di speranze. Delusione amplificata dall'atteggiamento nettamente sotto le attese dell'undici di Moriero, che non ha mai dato l'impressione di voler credere all'impresa di vincere con due reti di scarto.
Il Lanciano della famiglia Maio ripartirà con ogni probabilità dalla C2. Usiamo il condizionale in quanto è ancora in piedi la possibilità di un eventuale ripescaggio. C1 o C2 ad ogni modo poco influirà sulla volontà dei Maio di allestire un buon organico. Sulle scelte della proprietà riguardo la conferma o meno di tanti giocatori, però, siamo certi che peserà molto la mancanza di cattiveria e di agonismo messa in mostra da molti elementi in occasione della doppia gara con la Juve Stabia. Il futuro di gran parte della rosa, quindi, sembra irrimediabilmente segnato.

A.S. 26/05/2008 8.04