C2/B.Il Teramo rischia la penalizzazione, il Giulianova prova a fare meglio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

742



TERAMO. Il campionato si è concluso positivamente per il diavolo, che con il 3-1 di domenica scorsa sul Bellaria ha conquistato la salvezza sul campo. Di negativo, però, ci sono le notizie che a giorni potrebbero arrivare dalla disciplinare.
La partecipazione al prossimo campionato di C2 non è assolutamente in dubbio, ma è probabile che la nuova stagione parta con una penalizzazione.
La dirigenza si augura solo una forte multa a causa del deferimento, ma il rischio di uno o due punti di penalizzazione non è affatto scongiurato.
In ogni caso, l'eventuale penalità non verrà scontata nella stagione appena finita in quanto la punizione, come caratteristica principale, ha quella di essere afflittiva.
Uno o due punti in meno, di fatto, non cambierebbero l'attuale campionato del Teramo.
Nel frattempo per quanto riguarda le vicende societarie non si segnalano sostanziali novità.
Continuano infatti i contatti tra il gruppo di Malavolta e quello di Paoloni per la cessione definitiva dell'intero pacchetto azionario del club abruzzese. Le posizioni, al momento, sono ancora distanti ed il rischio di prolungamento delle trattative è alquanto alto.
In questa situazione di incertezza è ovviamente difficile portare avanti qualsivoglia trattativa riguardo il calciomercato che aprirà i battenti il prossimo primo luglio. L'eventuale schiarita a livello societario nei prossimi giorni, dunque, avrebbe come primo effetto anche quello di sbloccare il mercato teramano. Da risolvere ci sono alcune situazioni, oltre ovviamente al rafforzamento tecnico dell'attuale rosa.

GIULIANOVA. Archiviata con grandissima soddisfazione questa stagione, il club del patron Sabatini inizia a guardare con ottimismo al futuro. Bisognerà ripartire dallo strepitoso girone di ritorno che ha permesso ai giuliesi di conquistare una salvezza che, ai più, sembrava impossibile senza passare per i play-out. Merito al tecnico Bitetto e plauso anche ai giocatori giallorossi che mai si sono arresi, neppure nei peggiori momenti del torneo.
Il Giulianova ha saputo rialzarsi dai 14 punti delle prime 17 giornate, realizzando un'impresa notevole.
Tra i principali protagonisti della salvezza c'è Campagnacci, di proprietà del Perugia. Il giovane è ambito da diversi sodalizi di C ma non è escluso che Sabatini faccia un sacrificio economico per tentare di trattenerlo.
Altro elemento valido che potrebbe restare è Luca Paponetti.
Il giovane attaccante di proprietà del Pescara, infatti, difficilmente tornerà in riva all'Adriatico, dopo che a Giulianova ha finalmente trovato l'ambiente giusto per far vedere le sue innegabili qualità tecniche. Con il Pescara non è ancora stato messo in piedi un vero e proprio discorso, ma difficilmente i due sodalizi adriatici non troveranno un accordo che soddisfi entrambe le parti.
Il club giallorosso poi, almeno nelle intenzioni iniziali, vorrebbe confermare in toto il reparto difensivo, il più affidabile della stagione sfogliando le statistiche. Non sarà facile trattenere gli elementi più richiesti dal mercato ma i vari Ciminà, Garaffoni, Piva e Ogliari, nell'eventualità di un progetto tecnico importante legato anche all'ingresso in società di altri imprenditori locali e non, potrebbero rimanere a Giulianova come i primi pilastri di un futuro luminoso.

Andrea Sacchini 08/05/2008