C1/B. "Solo" 8 punti di penalizzazione per il Lanciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1030

C2/B. TERAMO PENALIZZATO DI DUE PUNTI.
LANCIANO. Solo un miracolo poteva salvare il Lanciano dalla C2. Lo stesso, ieri, è arrivato merito soprattutto dell'opera dell'avvocato difensore Eduardo Chiacchio, che ha fatto valere in pieno la sua tesi difensiva.
Il Lanciano infatti è stato penalizzato soltanto di otto punti, quando l'accusa richiedeva addirittura la retrocessione all'ultimo posto della classifica.
Una impresa quella dell'avvocato campano, se consideriamo la sorte non fortunata di Pescara, Teramo, Olbia, Viterbese, Castelnuovo e Catanzaro, condannate al massimo della pena.
Lo stesso Chiacchio ha espresso viva soddisfazione per la felice sentenza.
Non è però ancora giunto il momento di cantare vittoria. La federazione, infatti, ricorrerà in appello. Si dovrà dunque attendere almeno una settimana per vedere se il ricorso avrà effetto o meno sulla classifica del Lanciano.
Soddisfatto anche il tecnico Francesco Moriero, che guarda al futuro con maggiore ottimismo: «ora possiamo guardare al finale di questo torneo. Ci servono sei punti anche se ormai i play-out sono una quasi certezza. Sarà già difficile espugnare Pescara all'ultimo turno e a ciò difficilmente il Potenza perderà entrambe le partite rimanenti. Ora come ora siamo concentrati alla finale play-out».
Con questa sentenza il Lanciano viene retrocesso al quintultimo posto.
L'uscita dai play-out dista cinque punti ma al Potenza, in vantaggio in virtù degli scontri diretti con gli abruzzesi, basterà conquistare un solo punto dei sei ancora a disposizione. Questo a prescindere se il Lanciano vincerà o meno le ultime due giornate.
L'obiettivo dei frentani dunque, a meno di sorprese provenienti dal ricorso che certo non verrà inoltrato dal club rossonero, sarà quello di piazzarsi al meglio nella griglia play-off.
Domenica al Biondi arriva l'ultima della classe Martina. I tre punti sono d'obbligo per tenere a debita distanza la Pistoiese, impegnata in casa con lo Juve Stabia.
Nel frattempo il giudice sportivo ha squalificato per un turno il lancianese Carcuro.
Nel Martina è stato appiedato invece per un turno La Rosa.

LA NUOVA CLASSIFICA DEL LANCIANO

Ecco la nuova classifica del girone B dal sestultimo posto in giù a due giornate dalla fine. L'ultima retrocede direttamente in serie C2. Nella griglia play-out accedono con i rispettivi accoppiamenti quintultima-penultima e quartultima-terzultima. Le due vincenti restano in serie C1.

Potenza 37;
Lanciano 32;
Pistoiese 31;
Sangiovannese 28;
Juve Stabia 27;
Martina 18.


C2/B. TERAMO PENALIZZATO DI DUE PUNTI.

TERAMO. La temuta decisione della commissione disciplinare è arrivata nella serata di ieri. Il Teramo è stato penalizzato di due punti, da scontare nel campionato in corso. Il diavolo in classifica scende a 44 punti.
Nello stesso girone dei biancorossi sono state penalizzate di due punti anche Viterbese e Castelnuovo.
È durata poco più di due giorni, dunque, la soddisfazione per aver conquistato matematicamente sul campo la permanenza in serie C2. Nonostante ciò il diavolo, fortunatamente, ha già la salvezza in tasca malgrado il meno due, merito dei cinque punti di vantaggio sulla quintultima a due giornate dalla fine.
Per quanto riguarda il calcio giocato, la squadra ricomincerà gli allenamenti oggi in vista della trasferta sul campo della Carrarese.
Nel frattempo stangata del giudice sportivo sul Teramo, che per la gara in terra toscana dovrà rinunciare per squalifica a ben tre elementi, Voria, Priolo e Andreulli. È andata un po' meglio alla Carrarese che ha perso per lo stesso motivo Turi e Lazzori.
Formazione dunque da rivoluzionare per il tecnico Leonardo Rossi che dovrà sperimentare in settimana nuove soluzioni tattiche.
Domani classica partitella di metà settimana al nuovo stadio di Piano D'Accio. L'occasione sarà ideale per prendere le misure del nuovo terreno di gioco, profondamente diverso da quello del Comunale, più piccolo ed in erba naturale.


Andrea Sacchini 23/04/2008