Basket . Il Siviglia attende il Montegranaro in casa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

764



TERAMO. Penultima giornata di Campionato in Serie A, a distanza di meno di 72 ore dall'ultimo impegno ufficiale.
Il Siviglia Wear Teramo affronta la sua seconda gara interna consecutiva al PalaScapriano (domenica 20 aprile, alle ore 18,15), ospitando la Premiata Montegranaro, terza forza nella massima serie e autentica sorpresa stagionale.
Per i padroni di casa, al loro ultimo match casalingo della stagione regolare, l'obbligo di chiudere l'annata onorandola sino alla fine.

SIVIGLIA WEAR TERAMO

I biancorossi, nell'ultimo match casalingo della stagione contro la Premiata, vogliono conquistare un successo per concludere in bellezza la propria stagione dinanzi al proprio pubblico, prima della trasferta di Treviso, ultimo impegno della regular season.
L'imperativo, in casa Siviglia Wear, è quello di onorare la stagione sino all'ultimo minuto dell'ultima gara, per chiudere nel migliore dei modi il proprio Campionato.
Il pensiero del Presidente della società aprutina, Avv. Carlo Antonetti: «La squadra deve onorare il campionato che va a concludersi con una gara che possa far felice con una vittoria il nostro splendido e straordinario pubblico. Sarà, tra l'altro, una grande giornata di sport, che prevede l'afflusso di un grande numero di tifosi ospiti che, in ossequio agli ottimi rapporti tra le due società e nel ricordo della straordinaria manifestazione di civiltà sportiva fornita da entrambe le tifoserie in occasione dell'ultimo, indimenticabile incontro dello scorso campionato, dovranno essere accolti con grande correttezza e rispetto, così come d'altronde sempre avviene nella nostra città».

PREMIATA SUTOR MONTEGRANARO

La formazione veregrense, ottimamente guidata da coach Alessando Finelli, è reduce dallo splendido e netto exploit esterno maturato nella capitale con la Lottomatica per 59-78, nonostante l'assenza del miglior tiratore da tre (con quasi il 48.0%) del Campionato, Jobey Thomas.
In piena corsa verso un piazzamento di grande prestigio, che consentirebbe loro di partecipare alla prossima Eurolega, la Sutor – la squadra più “italiana” del Campionato - ha già vinto otto volte in trasferta in questa stagione (con Avellino, Scafati, Napoli, Cantù, Udine, Rieti, Pesaro e, ultima in ordine cronologico, Roma), mostrando qualità di valore assoluto quali grinta, freschezza e italianità, visto la presenza, tra gli altri, di autentici talenti del basket nazionale, quali l'ala/centro Valerio Amoroso, il playmaker Luca Vitali, il centro Luca Lechthaler e la guardia Andrea Cinciarini (gli ultimi tre classe '86).
A questo gruppo collaudato, si aggiunge un quartetto di stranieri che fa la differenza: l'atletismo dell'ex guardia reggiana Ricky Minard, i muscoli del centro statunitense Sharrod Ford, la creatività e l'intelligenza cestistica del playmaker Kiwane Garris e la precisione dall'arco della ventisettenne guardia statunitense Jobey Thomas.

ULTIM'ORA

In casa biancorossa nel pomeriggio di oggi, venerdì, alla ripresa degli allenamenti, si procederà ad una verifica delle condizioni del gruppo, anche sulla base della gara giocata ieri sera.
Sul fronte marchigiano, invece, è in dubbio la presenza del point-guard Jobey Thomas, che ieri non è sceso in campo a Roma con la Lottomatica, per un guaio alla caviglia, occorsogli nella gara con Biella.

EX E PRECEDENTI

Un solo ex figurerà sul parquet: si tratta del play-guardia originario di Reggiolo Marco Carra, per due stagioni (2002/03 e 2003/2004) con la canotta gialloblù e, da quest'anno, in forza al Siviglia Wear Teramo.
Tre sono i precedenti nella massima serie tra i due club e leggera prevalenza dei biancorossi, che hanno vinto in due occasioni (entrambe le sfide disputate l'annata scorsa), tra cui lo splendido successo esterno per 83-89 del 13 maggio 2007, che assegnò proprio all'ultima giornata la salvezza a Poeta e compagni.
All'andata, invece, nella stagione corrente, è arrivata la prima affermazione veregrense, con il punteggio finale di 106-92, con sei giocatori in doppia cifra e sedici triple messe nella retina, pari al 57%.

19/04/2008 9.03