C2/C. Celano sconfitto 1-0 in extremis a Melfi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

719


MELFI. Battuta di arresto pesante del Celano che cede il passo 1-0 in casa del Melfi. Per gli uomini di Modica, che già avevano evidenziato qualche preoccupante passo indietro nel pareggio 1-1 intero di una settimana fa con la Cisco, una prestazione tutt'altro che positiva, che conferma le difficoltà di quest'ultimo periodo.
Risultato tutto sommato giusto con il Melfi padrone del campo per lunghi tratti della contesa ed il Celano, troppo timido e remissivo, pochissime volte pericoloso dalle parti del portiere di casa.
L'estremo difensore ospite De Felice inoltre è risultato il migliore in campo per gli abruzzesi, a totale dimostrazione della giornata no del Celano.
Prova assolutamente negativa ampliata dal grande rammarico di è aver subito il gol del definitivo 1-0 ad una manciata di minuti dalla conclusione del match. Un punto che, considerati i risultati dagli altri campi e la difficile trasferta a Melfi, sarebbe stato di vitale importanza per gli abruzzesi, ancora in bilico tra dentro e fuori i play-off con un solo punticino di vantaggio sulla Vigor Lamezia.
La rete decisiva è stata segnata dall'ex di turno Gabrieli, scaltro a ribadire in rete un precedente colpo di testa di De Angelis.
Parziale attenuante le pesanti assenze dell'undici celanese, costretto a rinunciare per squalifica a Pepe e Morgante, la coppia di difesa titolare nelle preferenze del tecnico Modica. I loro sostituti, malgrado una prestazione positiva nel complesso, hanno mostrato palesi limiti di affiatamento.
Il tecnico Modica dal primo minuto ha dato fiducia ai seguenti uomini: De Felice, Zanon, Bacchi, Giannusa, Del Grosso, De Maiò, Mignogna, Villa, Contino, Gadau e Negro.
Malgrado il rovescio in terra basilicatese, il Celano mantiene intatte le speranze di qualificazione agli spareggi promozione. Il quinto posto, per ora, è rimasto al sicuro dagli attacchi della Vigor Lamezia, uscito con un pari dal campo del Monopoli quarta forza del torneo.
Il Melfi però, con questi tre punti, si affaccia anche se da lontano in zona play-off, con quattro punti da recuperare in tre giornate proprio sugli abruzzesi.
A questo punto il Celano, che dovrà disputare due delle restanti tre partite in casa, sarà chiamato al pronto riscatto già domenica al Nuovo Comunale contro la Scafatese. Penultimo turno ad Andria e conclusione in casa il 4 maggio con il Benevento, che proprio ieri ha ottenuto la matematica promozione in serie C1.
Da questo trittico l'obiettivo degli uomini di Modica sarà quello di conquistare almeno sette punti, che potrebbero essere sufficienti a mettere in cassaforte la partecipazione ai play-off.
Detto ciò, anche nel malaugurato caso di mancata partecipazione agli spareggi promozione, questo campionato verrà ricordato come uno dei più positivi ed esaltanti di tutta la storia dei biancazzurri. È doveroso sottolinearlo per il grande lavoro di società, tecnico e calciatori, capaci di ottenere una salvezza tranquilla in pratica con mezzo campionato di anticipo.

STADIO INTITOLATO A FABIO PICCONE

Il consiglio comunale di Celano, a votazione unanime, ha stabilito che il Nuovo Stadio Comunale sarà intitolato alla memoria di Fabio Piccone.
Grande soddisfazione per la società e soprattutto per i sostenitori celanesi, che fin da subito avevano chiesto tale intitolazione alla memoria dello sfortunato dirigente biancazzurro.

Andrea Sacchini 14/04/2008