Il Pescara strappa a Gallipoli un punto d'oro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1060


GALLIPOLI. Un discreto Pescara inchioda sull'1-1 il Gallipoli e rafforza ulteriormente la sua già buona classifica.
Un punto d'oro che vale addirittura triplo, in quanto i biancazzurri escono imbattuti da un campo infido ed insolito per il calcio italiano a causa delle dimensioni ridotte e del terreno con fondo sintetico, tengono a distanza una diretta concorrente forte quale il Gallipoli e soprattutto agganciano il quinto posto in classifica seppur in svantaggio negli scontri diretti con Perugia e Lucchese.
Gara dai due volti quella del Bianco.
Primo tempo di chiara marca pescarese con bel gioco e tante occasioni da rete create oltre l'eurogol di Cardinale. Ripresa con netto predominio territoriale del Gallipoli, vicino diverse volte addirittura al punto del 2-1 a seguito del pari realizzato da Ginestra dal dischetto.
Avvio di gara favorevole agli ospiti, costretti a rinunciare per infortunio al bomber Sansovini, rimpiazzato da Falomi.
Al 15esimo nello spazio di due minuti il Pescara si fa pericoloso, con conclusioni ravvicinate di Turchi prima, preferito dall'inizio a Micco e Vitale su calcio di punizione poi.
Al minuto 23 ancora pericolosi gli ospiti con Romito che non indirizza in porta un corner battuto da Dettori. Solo il Pescara in campo nella prima mezzora.
Al 31esimo Turchi trova il corridoio giusto per l'inserimento di Dettori che a tu per tu col portiere ospite sciupa la grande occasione.
Pescara in vantaggio al 36esimo con un gran destro dai 25 metri di Cardinale.
Finale di primo tempo con botta e risposta tra le due squadre. Al 38esimo conclusione di Cini di poco a lato, al 43esimo ancora Cardinale che questa volta non trova fortuna dalla distanza.
Nella ripresa cambia l'inerzia del match, con il Gallipoli più motivato alla ricerca del pari.
Il Pescara bada maggiormente a difendere il prezioso vantaggio conseguito nei primi 45 minuti. Al terzo Cigan di testa non inquadra lo specchio della porta. All'ottavo Cini scodella un ottimo pallone in mezzo, sul quale è ingenuo il difensore pescarese Giuliano ad intervenire con la mano. Calcio di rigore trasformato impeccabilmente da Ginestra.
Il Gallipoli dopo il pari preme ed il Pescara soffre. Dopo due tiri velleitari di Ferraresi e Felci, intorno alla mezzora i padroni di casa sfiorano per ben due volte il punto del raddoppio. Cigan prima e Monticciolo poi sfiorano il palo alla destra di Indiveri.
Ultimo quarto d'ora di passione, al termine del quale il Pescara può festeggiare un pareggio di inestimabile valore per la sua classifica.

La società, nelle ultime cinque partite, aveva chiesto come obiettivo minimo 11 punti, auspicando tre vittorie in casa con Pistoiese , Sorrento e Lanciano e due pareggi con Gallipoli e Salernitana.
Quattro punti sono già arrivati merito della vittoria sulla Pistoiese e del pari di ieri a Gallipoli. Ne mancano sette. Sette punti che potrebbero garantire il lasciapassare ai play-off per il salto di categoria in serie B. Un sogno utopico fino ad un mese ma che, ad oggi, è concreta realtà. Il Pescara è riuscito, nell'arco di un mese e mezzo, nell'impresa di mettersi alle spalle diverse compagini che la precedevano in classifica e soprattutto di annullare il gap di 7 punti che i biancazzurri avevano nei confronti della quinta della classe.
La strada per conquistare i play-off è ancora lunga e considerati virtualmente irraggiungibili i primi tre posti, con l'ausilio del calendario alla mano, più che su Lucchese e Perugia bisognerà fare la corsa sul Crotone. I calabresi infatti attraversano un periodo tutt'altro che positivo ed al momento rappresentano probabilmente l'anello debole del treno play-off. Il Crotone inoltre, fatto ancora più importante, nelle ultime tre giornate avrà addirittura due scontri diretti con il lanciatissimo Taranto e con il ferito Gallipoli. Per il Pescara un motivo in più per credere nel sorpasso.

FRANCESCO SOGLIA (Vicepresidente del Pescara)

«Ottimo primo tempo e anche nel secondo tempo ci può stare. Peccato l'episodio del rigore. Crediamo ai play-off. Dobbiamo fare più punti possibili».

FRANCO LERDA (Allenatore del Pescara)

«Primo tempo importante. Oggi non è stato sufficiente giocare così nel primo tempo. Sono un po' dispiaciuto perché i ragazzi hanno fatto un'altra prova buona. In casa il Gallipoli è forte e questo pari ci porta al quinto posto. Siamo lì e ci crediamo tutti per i play-off. Oggi grazie ai tifosi, praticamente abbiamo giocato in casa».

Andrea Sacchini 14/04/2008