Giulianova. Col CuoioCappiano per uscire dai Play-out

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

946

GIULIANOVA. La squadra prepara con attenzione massima l'importantissima sfida di domenica al Fadini contro il CuoioCappiano.
Buone notizie dall'infermeria per il tecnico Leonardo Bitetto, che avrà tutta la rosa a disposizione eccezion fatta gli infortunati di lungo corso Scarlato e D'Aniello.
Per tale motivo dovrebbe essere riproposto in toto lo stesso undici capace di ben figurare contro la quotata Spal, soprattutto nel primo tempo, con il forte tandem Campagnacci-Paponetti di punta.
Anche la società è conscia dell'importanza della gara con il CuoioCappiano e di conseguenza ha ribassato sostanzialmente i prezzi dei biglietti, che andranno da un minimo di 5 euro per la Curva ad un massimo di 35 euro per la Tribuna. L'obiettivo dichiarato dal presidente Sabatini infatti è quello di attirare maggiori tifosi possibili allo stadio in un match che, per la prima volta dall'inizio della stagione, potrebbe consentire al Giulianova di uscire dalla zona play-out. I toscani infatti distano tre lunghezze dai giuliesi ed un successo, considerato il pareggio dell'andata, consentirebbe agli abruzzesi di stare davanti in classifica in virtù degli scontri diretti.
Il CuoioCappiano, reduce anch'egli da un pareggio interno 0-0, affronterà la trasferta in terra adriatica priva di Caciagli, Bulla e Macelloni, appiedati tutti e tre per un turno dal giudice sportivo.
Il tecnico Iacobelli, malgrado questo tris pesante di assenze, è intenzionato a confermare il 4-4-2 dell'ultimo turno di campionato, con Nieto, Lenzini, Bertini, Sales e Pin in ballottaggio per i tre posti lasciati vacanti dai tre squalificati.
Il Giulianova dovrà fare particolarmente attenzione a Lenzini, il cui ingresso in campo nella partita con il Bellaria ha cambiato in positivo per i toscani gli equilibri del match. Certo le assenze di Macelloni e Caciagli saranno pesanti per gli ospiti, soprattutto in fase di interdizione e di costruzione del gioco.
Nel frattempo nessuna novità in casa Giulianova per quanto riguarda il deferimento della disciplinare. Il club giuliese, come d'altronde tutte le altre compagini coinvolte e non, saprà di essere eventualmente indagato ufficialmente solo il 22 aprile, quando cioè la disciplinare depositerà in Lega le sentenze per le società coinvolte. Il presidente Sabatini, comunque, appare tranquillo, certo che il Giulianova non rischierà nulla, soprattutto nessuna penalizzazione in punti da scontare nel campionato in corso.

Andrea Sacchini 11/04/2008