C2/B. È solo 0-0 tra Giulianova e Spal

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

895



GIULIANOVA. Il Giulianova non va oltre lo 0-0 al Fadini con la Spal e si ritrova suo malgrado pienamente coinvolto nella lotta play-out. Un pareggio tutto sommato giusto per i valori tecnici espressi in campo lungo tutto l'arco dei novanta minuti di gioco.
La gara con i ferraresi ha confermato tutti i pregi ed i difetti dell'undici giuliese. Impressionante solidità difensiva, poche le reali chance da gol concesse alla Spal, ma la contempo grande sterilità sotto porta. Neanche il rientro dopo la lunga squalifica nell'undici titolare della punta Paponetti ha permesso al Giulianova di sbloccare il risultato.
Un punto che ci può stare, frutto anche della strepitosa prova dell'estremo difensore giallorosso Mancini, autore di almeno un paio di interventi prodigiosi nel secondo tempo.
Primo tempo molto gradevole di chiara marca giuliese. Tante occasioni da gol create e mal sfruttate da Campagnacci prima e soprattutto da Melchiorri al 32esimo su preciso assist di Paponetti. Nel finale della prima frazione di gioco è l'estremo difensore ospite Careri a negare la gioia del gol alla punta giuliese Paponetti. Nel secondo tempo ci si attenderebbe un Giulianova più battagliero ma dopo un discreto inizio è la Spal a prendere completamente possesso del gioco. In almeno un paio di occasioni, sulla punta ferrare Bisso lanciata in contropiede, è la straordinaria giornata di grazia del portiere giallorosso Mancini ad evitare ai suoi la capitolazione.
Solo nel finale gli abruzzesi tornano pericolosi con un gran destro da fuori area in corsa di Mazzeo, che trova prontissimo Careri che si rifugia in angolo.
Con questo pari il Giulianova muove seppur di poco la classifica, raggiungendo quota 33 punti in coabitazione con Carrarese e Gubbio, a meno uno dal Rovigo in sestultima piazza, l'ultima utile per evitare i play-out. Il tutto a sole quattro giornate dal termine del campionato.
Uno 0-0 non certo esaltante ma che comunque non è da buttare in quanto ottenuto al cospetto della quinta della classe, ormai virtualmente qualificata ai play-off promozione.
Nel prossimo turno il Giulianova tenterà di conquistare importanti punti salvezza ospitando al Fadini il Cuoiocappiano. L'occasione del secondo turno interno consecutivo è ghiotta. Fondamentale sarà migliorare la fase offensiva, forse l'unico grande limite del Giulianova di quest'anno. Nelle ultime tre giornate giuliesi ospiti della Reggiana prima e dal fanalino di coda Sansovino poi. Le due trasferte sono inframezzate dal turno interno del 27 aprile con il Prato.

Andrea Sacchini 07/04/2008