Pescara, tifosi e play-off. Cardinale e Giuliano suonano la carica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

925

PESCARA. La settimana iniziata con l'esaltante successo interno di lunedì con il Crotone ha fatto, naturalmente, registrare segnali positivi in vista dell'importante partita di domenica all'Adriatico contro la Pistoiese.
I biancazzurri, per la prima volta in questa stagione, sono chiamati a dare continuità di risultati al buon ruolino di marcia delle ultime due giornate.
Si punta al quarto successo consecutivo, che consentirebbe alla truppa di Lerda di affrontare la decisiva trasferta di Gallipoli con minori preoccupazioni, con la speranza di avere a disposizione due risultati utili su tre.
A patto che, ovviamente, non si incorra in eventuali punti di penalizzazione seguenti il deferimento di qualche giorno fa.
La squadra, lunedì si è avuta l'ennesima conferma, è tecnicamente valida con elementi ben al di sopra del tasso medio della categoria.
Lo sa bene l'entourage dirigenziale adriatico e ne sono a conoscenza, soprattutto, gli stessi calciatori sempre più convinti dei propri mezzi.
Il successo con il Crotone ha inoltre messo in risalto l'affiatamento e l'unità del gruppo. Al gol di Turchi, per citare ciò che è balzato più all'occhio dei tifosi, i più contenti erano coloro accomodati in panchina.
Un fatto positivo che in settimana ha voluto rimarcare anche il tecnico Franco Lerda: «tutti sono importanti e fanno parte di un gruppo che merita di puntare in alto».
Se a ciò ed ai risultati positivi si aggiungono l'entusiasmo ritrovato del pubblico per la squadra e per il presidente Gerardo Soglia, allora il quadro è al completo.
Prevedendo una massiccia partecipazione di sostenitori biancazzurri in occasione della prossima gara interna di domenica con la Pistoiese, la società in settimana aveva richiesto l'autorizzazione al questore di Pescara riguardo la riapertura della Curva Sud ai pescaresi. Richiesta purtroppo respinta in quanto per motivi di ordine pubblico non molto chiari, da Pistoia certo non si prevedono tifosi superiori a qualche decina di unità, lo stesso settore è stato riservato agli ospiti.
La società biancazzurra però, nel caso entro sabato mattina dovessero andare esauriti tutti i tagliandi di Curva Mazza e Tribuna Majella, ha fatto sapere di essere pronta a fare un ultimo tentativo per riaprire la Sud. Solo in quel caso, per motivi di ordine pubblico, le probabilità che il questore cittadino autorizzi l'apertura del settore per i sostenitori adriatici sono molte.

ANTONINO CARDINALE: «IO E DETTORI INSIEME? PERCHE' NO...»

Sui play-off e percentuale di partecipazione agli stessi ha parlato il centrocampista Antonino Cardinale, considerato squalifiche a parte ormai dal tecnico Lerda inamovibile dal 4-3-2-1 delle ultime giornate: «credo che abbiamo il 55% di possibilità di raggiungere i play-off. Sono tante e forti infatti le squadre in lizza per un piazzamento utile. Noi sappiamo di essere forti e se giochiamo come sappiamo possiamo battere chiunque».
Mancano cinque partite al termine del campionato...: «cinque finali per noi. Dobbiamo cercare di vincerle tutte mettendo in campo il massimo impegno. A cominciare da domenica...».
All'Adriatico arriva la Pistoiese, coinvolta suo malgrado a lottare per evitare i play-out: «sarà una gara molto impegnativa. Probabilmente più difficile di quella con il Crotone. Verranno qui a Pescara per difendere con i denti il pareggio e sarà difficile sfondare il loro muro difensivo. Senza contare che cercheranno il gol solo per azioni di contropiede, cercando di sfruttare ogni minima occasione a loro concessa. È una gara simile a quella giocata diverse giornate fa all'Adriatico con la Juve Stabia, terminata 0-0».
Cardinale ha incrociato la strada dei Soglia già diverse stagioni fa a Salerno: «sì ho giocato nella Salernitana campionato 1999/2000 e 2005/2006. Sono persone eccezionali con il quale mi sono già trovato bene in esperienze passate».
Sulla sua coesistenza a centrocampo con Dettori, l'ex mediano del Foggia è categorico: «non c'è nessun problema con Dettori in campo. Abbiamo caratteristiche tecniche diverse e possiamo benissimo giocare insieme. L'abbiamo dimostrato non soltanto in campo con il Crotone. I risultati arrivano se tutti si sacrificano, proprio come tutta la squadra sta facendo».
Conclusione dedicata allo splendido pubblico di Pescara: «non mi sarei mai aspettato tutta quella gente allo stadio. Ci hanno dato una carica incredibile. Io ed i miei compagni siamo contenti di averli ripagati non soltanto con i tre punti ma con una prestazione più che positiva. Abbiamo bisogno del loro sostegno ed entusiasmo».

FERDINANDO GIULIANO: «TANTO PUBBLICO GRANDE EMOZIONE»

Sette mila spettatori in Pescara-Crotone. Solo chi conosce bene la piazza di Pescara si sarebbe aspettato una risposta così massiccia del pubblico. Il difensore biancazzurro Ferdinando Giuliano è contento di questo: «è stata una emozione bellissima giocare davanti una cornice di pubblico così. Ci ha dato una carica grandissima».
Restano cinque partite al termine: «dobbiamo affrontarle come cinque finali. Abbiamo le caratteristiche tecniche e mentali per raggiungere l'obiettivo play-off e regalare la prima grande gioia a questo pubblico straordinario. Pensiamo a vincerle tutte queste cinque partite».
Sul deferimento Giuliano è sicuro: «non influenzerà minimamente il nostro rendimento in campo. Noi non ci pensiamo e siamo tranquilli. Ripeto vinciamo le partite che ci restano sul campo e poi a fine campionato vediamo quale posizione abbiamo raggiunto».
NOTIZIARIO
Seduta di allenamento pomeridiana ieri per il Pescara al campo Vestina di Montesilvano. Il tecnico Franco Lerda ha provato alcune nuove soluzioni tattiche, ma è scontata la conferma dell'oramai collaudato 4-3-2-1. Tuttalpiù potrebbero cambiare i protagonisti ma la linea guida rimarrà quella dell'unico terminale offensivo sostenuto da due esterni molto offensivi.
Dopo la bella prova di lunedì guadagna sempre più terreno Turchi su Micco mentre Ferraresi, fermo ieri per un leggero affaticamento muscolare, dovrebbe recuperare per la Pistoiese. In caso contrario è prontissimo Caracciolo.
Oggi seduta di allenamento singola pomeridiana.
Andrea Sacchini
04/04/2008 10.11