C1/B. Un Lanciano tutto cuore batte 3-1 la Massese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

878

LANCIANO. Un ottimo Lanciano per grinta e cuore batte 3-1 al Biondi la Massese, allontanando così ulteriormente la zona calda della classifica. Tre punti che valgono doppio in quanto ottenuti al cospetto di una diretta concorrente per la salvezza, importanti anche in vista di una ulteriore eventuale penalizzazione in classifica.
Lanciano in vantaggio al 21esimo con Pagliarini direttamente su calcio di punizione battuto appena fuori l'area di rigore. Raddoppio al 70esimo realizzato da Vicedomini con una gran botta da fuori deviata da un difensore massese.
Cinque minuti più tardi l'unica rete dei toscani ad opera di Falco in mischia. Terza ed ultima marcatura lancianese ad opera della punta Alberti all'82esimo minuto di gioco.
Il tecnico dei frentani, che ha dovuto rinunciare per squalifica all'attaccante Pintori, ha scelto il seguente undici titolare: Russo, Del Prete, Cruciani, Vitale, Pisacane, Delli Carri, Lauria, Vicedomini, Bonvissuto, Pagliarini, Giorgetti. Nel corso del match sono entrati Bolic, Carcuro ed Alberti.
Con questo successo, pienamente meritato per i valori tecnici espressi in campo lungo tutto l'arco dei novanta minuti, i rossoneri salgono a 39 punti. Una quota impensabile pensando a tutte le difficoltà a livello societario che il club abruzzese sta attraversando da diversi mesi.
I ragazzi di Moriero hanno dimostrato grinta, carattere da vendere e voglia di lottare sicuramente fuori dal comune, soprattutto in una situazione così delicata. Questo discorso vale in primis anche per lo stesso tecnico dal glorioso passato romanista ed interista. La maggior parte degli allenatori, constatate le difficoltà societarie del Lanciano, avrebbero abbandonato la barca ma Francesco Moriero, alle parole, ha dato seguito con i fatti, assicurando il massimo impegno e la sua disponibilità almeno fino a fine stagione. Lanciano sportiva, da questo punto di vista, deve sicuramente molto a Francesco Moriero se l'obiettivo salvezza è ad oggi ancora possibile.
Sempre in ottica salvezza, domenica i rossoneri saranno ospiti della Sangiovannese, penultima della classe, rigenerata dall'inaspettato successo per 2-0 sul campo della Pistoiese.
La partita più importante, però, si disputerà questa settimana a livello societario. L'intero pacchetto azionario del club dovrebbe passare nelle mani dell'ex patron Riccardo Angelucci. Questi “dividerebbe” la proprietà con Prospero, Frasca, Vitelli e l'ex presidente del Pescara Renzetti, pronti ad una cordata comune.

Andrea Sacchini 31/03/2008