C2/B. Per Teramo e Giulianova, cauto ottimismo per il futuro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

885

TERAMO. Dopo cinque turni senza i tre punti, il Teramo in casa 2-1 con il Portogruaro è tornato al successo. Un'affermazione importante quella dei biancorossi, ottenuta contro una delle squadre più forti del raggruppamento dall'alto della quarta posizione in graduatoria con ben 46 punti.
Dopo il 2-1 del Comunale, le lunghezze dalla quinta piazza sono sette. I play-off, dunque, sono obiettivamente distanti ma il campionato di C2 ha dimostrato in tanti anni di essere sempre imprevedibile ed aperto a qualunque avvenimento.
Intanto il Teramo si gode la quasi certezza della salvezza, che le permetterà di guardare con ottimismo al resto del campionato.
Note negative della settimana l'ulteriore slittamento dell'esordio del nuovo stadio teramano e la snervante attesa di eventuali punti di penalizzazione dopo il deferimento della Lega.
Nel prossimo turno i diavoli faranno visita al Rovigo, terzultima della classe con 31 punti, alla disperata ricerca di importanti punti salvezza. Sarà una battaglia malgrado l'evidente divario tecnico tra le due compagini penderebbe più per il Teramo.
Importante sarà non sottovalutare l'avversario e giocare come nell'ultima giornata con il Portogruaro. Il tutto, punti di penalizzazione permettendo, per mantenere viva l'ultima speranza di riagganciare il treno play-off.

GIULIANOVA. Riprendono oggi gli allenamenti in casa Giulianova. Il morale del gruppo è buono, malgrado il rovescio per 2-1 rimediato a Bassano. I giuliesi hanno dimostrato, al cospetto di una delle compagini meglio attrezzate della categoria, di essere in un buon momento.
Dopo un girone di andata balbettante complice le non chiare vicende societarie, il consolidamento al vertice della società del patron Sabatini ha contribuito a dare una maggiore serenità in casa abruzzese. La prova è rappresentata dagli ottimi risultati del girone di ritorno, che fanno del Giulianova una delle formazioni che ha conquistato più punti nella seconda tornata di partite.
In vista dell'importante partita al Fadini contro la Spal, bisognerà ripartire certamente dall'ottimo primo tempo disputato in casa del Bassano e dalla buona prestazione complessiva dei ragazzi di Bitetto,.
Il Giulianova ai punti avrebbe sicuramente meritato almeno il pareggio ma, si sa, nel calcio vince chi sbaglia meno. I giallorossi hanno avuto il demerito, al di là di qualche svista arbitrale, di non concretizzare almeno un paio di favorevoli occasioni da rete, ciò che al contrario ha fatto il Bassano, cinico e spietato.
Per la prossima gara con la Spal il tecnico Bitetto, squalifiche ed infortuni a parte, dovrebbe confermare lo stesso undici che ha ben figurato nell'ultimo turno di campionato. L'unico dubbio sembra legato a Gerbino, che potrebbe partire anche dal primo minuto.
L'imperativo, anche se è superfluo dirlo, è vincere per accorciare ulteriormente la classifica. L'uscita dai play-out dista un solo punticino, agevolmente annullabile in caso di affermazione con i ferraresi. Il buon gioco e l'ottima organizzazione tattica vista a Bassano lasciano ben sperare per il futuro. Certamente il Giulianova, analizzando anche le dirette concorrenti per la salvezza, ha tutte le carte in regola per mettere il naso fuori dal quintultimo posto e raggiungere una salvezza diretta che, fino a pochi mesi fa, sembrava utopica.

Andrea Sacchini 25/03/2008