C2/C. Obiettivi diversi per VDG, Celano e Val Di Sangro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1067

VALLE DEL GIOVENCO. Dopo i tre punti persi in extremis sabato in casa con il Catanzaro, la Valle Del Giovenco torna oggi ad allenarsi in vista dell'imminente trasferta di domenica a Noicattaro. Negli occhi dei giocatori di Cappellacci c'è ancora il pareggio beffa di pochi giorni fa con i calabresi.
Ai punti gli abruzzesi avrebbero meritato sicuramente maggior fortuna, ma a certi livelli chi sbaglia paga. La regola non scritta del “gol sbagliato gol subito” ha avuto la sua piena realizzazione in Pescina-Catanzaro.
Gli uomini di casa, infatti, hanno avuto il demerito di non chiudere la partita dopo tante favorevoli occasioni da rete create. Gli ospiti al contrario, mai pervenuti in novanta minuti di gioco, hanno trovato il gol nell'unica vera azione pericolosa della partita in mischia al 93esimo su evidenti errori di marcatura dei difensori biancoverdi.
Tanto poco è bastato per buttare alle ortiche tre punti ottimi, ma non è il momento di far drammi. Occorre a questo punto della stagione, con il secondo posto in cassaforte da diverse giornate, preparare al meglio i play-off, che prenderanno il via tra un paio di mesi.
La Valle Del Giovenco infatti ha tutto il tempo di pensare agli spareggi promozione, al contrario di Celano, Monopoli, Lamezia e Marcianise ancora in piena lotta per le ultime tre poltrone play-off.
Undici punti a cinque giornate dalla fine sono un grande patrimonio e solo un crollo difficilmente preventivabile potrebbe privare il Pescina della seconda meritata piazza.

CELANO. Ci sarà un'aria un po' mesta oggi alla ripresa degli allenamenti della squadra dopo il successo di sabato sfumato in casa della Vigor Lamezia proprio all'ultimo minuto di gioco. Siamo certi che l'undici di Modica avrà ripensato infinite volte a quell'ultimo giro di orologio della contesa, che ha trasformato tre punti meritati in un solo punticino. La beffa con il Lamezia, però, non deve nascondere l'ottimo periodo attraversato dai biancazzurri e la comunque discreta prova offerta con i calabresi.
Il gioco c'è e la squadra in più frangenti ha dimostrato di voler credere a tutti gli effetti a questa incredibile corsa play-off. È mancata soltanto la vittoria.
Sarà delicato compito di Modica, oggi alla ripresa degli allenamenti, lavorare soprattutto sull'aspetto mentale, onde evitare pericolosi strascichi dopo la beffa targata Porpora.
Il quinto posto, malgrado tutto, è nelle potenzialità dei celanesi che mantengono un più due anche se pericoloso nei confronti del Monopoli.
Domenica il Celano farà il suo ritorno al Comunale per ospitare la Cisco Roma, pienamente coinvolta invece per evitare di essere risucchiata nella zona play-out.
Il Monopoli invece, sesta della classe, sarà impegnato in un altro match ad alta tensione sportiva sull'ostico campo del Cassino, anch'esso in lotta come la Cisco per evitare il quintultimo posto.
A cinque giornate dalla fine sono quindi quattro le pretendenti alle ultime tre poltrone disponibili per disputare i play-off. Con il Benevento e la Valle del Giovenco ormai certe delle prime due posizioni, infatti, le altre dovranno duramente lottare fino alla fine per le restanti tre piazze.
Celano, Real Marcianise, Monopoli e Vigor Lamezia, tutte raggruppate in soli due punti, hanno al momento le stesse chance di raggiungere l'importante obbiettivo.

VAL DI SANGRO. Fino a poche settimane fa i sangrini sembravano spacciati, destinati all'ultimo posto e alla conseguente retrocessione diretta. A cinque giornate dal termine del campionato, invece, la speranza di evitare l'ultimo posto è viva. La squadra l'ha dimostrato ottenendo un importante punto in casa della Sangiuseppese. Un pari che può rappresentare una importante iniezione di fiducia per gli uomini di D'Agostino in vista delle restanti cinque finali.
Le lunghezze dalla coppia Andria-Sangiuseppese sono tre, annullabili con un successo domenica al Monte Marcone di Atessa con la Scafatese. Il match con l'undici di Scafati, distante 4 punti, rappresenta inoltre un importante scontro diretto. In caso di successo, infatti, la Val Di Sangro rientrerebbe pienamente in corsa per piazzarsi in una buona posizione nella griglia play-out.
Salvezza o meno, quindi, dipenderanno molto dall'eventuale successo con la Scafatese, gara a questo punto da definire, fino ad ora, come la più importante di tutta la stagione.

Andrea Sacchini 25/03/2008