Pallavolo B2/M. Vittoria con rimonta per la Taiprora

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

760


PESCARA. La vigilia della gara non era stata affatto tranquilla in casa della pescarese Taiprora, con Iannario out per un infortunio alla mano riportato in allenamento e Colella in forse fino all'ultimo per un dolore al tendine rotuleo.
In campo il coach D'Arielli si è così affidato a Vanni in regia, Pasquini opposto, Simeu e Ubaldi alla mano, Tundo e Barbaro a centro.
Il primo set ha visto una Vianello Taiprora nervosa e fallosa, quasi al rallentatore, costretta ad inseguire fin dai primi scambi il pur non irresistibile team ospite, che ha avuto solo il merito di sbagliare meno. D'Arielli è stato costretto a tirar subito fuori un Ubaldi inconcludente, inserendo Milillo, ma alla fine il set è andato agli ospiti per 25-21.
Nella seconda frazione Colella ha rimpiazzato in regia un Vanni troppo scontato nella distribuzione e sul 13-10 ha buttato nella mischia anche il giovane De Benedictis al posto di un Tundo assolutamente evanescente a muro e poco concludente in attacco.
La squadra ha così cominciato a svegliarsi dal torpore ed ha conquistato un lieve margine che ha poi mantenuto fino al termine del parziale, vinto per 25-21 grazie soprattutto a Pasquini (top scorer con 27 punti all'attivo) e ad un redivivo Simeu.
Acceso e combattuto il terzo gioco.
D'Arielli ha dato fiducia a Colella, De Benedictis, Milillo, Pasquini, Simeu e Barbaro che lo hanno ripagato quanto meno a livello di impegno.
La Vianello Taiprora ha mantenuto sempre il comando, anche se di misura, portandosi sul finire in vantaggio per 22-18. Sembrava fatta ed invece gli ospiti hanno impattato sul 24-24, facendo temere il peggio. Nel rush finale i biancazzurri hanno finito però per spuntarla per 26-24.
Quasi drammatico il quarto gioco, che ha visto portarsi subito avanti gli ospiti per 8-3, poi per 12-8, fino al 22-18 che lasciava presagire un ennesimo tie break.
Ed invece la Vianello Taiprora che non t'aspetti ha tirato imprevedibilmente fuori le unghie, rimontando sul 23-23 e poi chiudendo vittoriosamente per 25-23.
I tre punti riavvicinano in classifica la Vianello Taiprora alla stessa Sira Ancona e consentono di accorciano le distanze, pur sempre rilevanti, sulle dirette concorrenti nella lotta per la salvezza.
In casa Vianello Taiprora bene ancora Pasquini, finalmente su livelli decenti Simeu, apprezzabili Milillo e Colella, discreto Chiavaroli e quasi ammirevole De Benedictis. Sottotono invece Barbaro e Vanni, non brillanti come nelle passate settimane, mentre Tundo e soprattutto Ubaldi hanno confermato di attraversare un momento decisamente negativo che per il buon Alessandro dura ormai da troppo tempo, così privando il team di quello che doveva essere un sicuro punto di riferimento.
Sabato prossimo Vianello Taiprora in trasferta a Bellaria.

VIANELLO TAIPRORA: Ubaldi (1 p., 4 err., 1 bs) Pasquini (27/7, 3 bs) Vanni, Barbaro (5/5, 1 bs), Tundo (3/2, 0 bs), Simeu (12/8, 4 b.s.), Milillo (6/4, 1 bs), Colella 4/2, 1 bs, Chiavaroli (lib, 0/4), Viola n.e., De Benedictis (5/3, 2 bs.) All. D'Arielli.
SIRA ANCONA: Brocanelli, Ceccacci, Fagnani, Frontini, Giancamilli, Manuali, Masuzzo, Ragaglia, Rossetti, Zappi, Saracini (L). All. Ferrante.
Arbitri: Stefanelli e Notarnicola di Bari
Parziali: 21-25 (25'), 25-21 (28'), 26-24 (29'), 25-23 (31'). Durata incontro 113'.
Vittoria della speranza per la Vianello Taiprora, che ha piegato per 3-1 la Sira Ancona nel drammatico scontro salvezza in programma nella quarta di ritorno.

18/02/2008 10.08