C2/C. Morale agli antipodi per Avezzano e Val Di Sangro. Il Celano oggi in campo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1166


CELANO. L'importante successo per 2-0 ottenuto dal Celano sul campo della Sangiuseppese consente di guardare al futuro con maggiore tranquillità e sicurezza nei propri mezzi.
Messa quasi definitivamente alle spalle la zona calda della classifica, il sodalizio del patron Piccone guarda con giusta ambizione ai play-off, distanti ad oggi soltanto tre lunghezze.
Importante in tal senso sarà il recupero di questo pomeriggio in trasferta con la Vibonese. La gara, inizio fissato per le 14.30, verrà diretta da Michele Gallo di Barcellona Pozzo di Gotto.
Unico indisponibile dovrebbe essere l'attaccante Dionisi, ancora alle prese con fastidi al ginocchio.
Recuperi utili invece quelli di Pepe, Scoponi e Giannussa, costretti per squalifica a saltare il match con la Sangiuseppese.
Per quanto riguarda la formazione, a grandi linee il tecnico Modica dovrebbe confermare la stessa squadra di domenica.
In attacco, dunque, fiducia al tandem Mignogna-Contino. Qualche probabile cambio a centrocampo, con Scoponi e Giannussa in pole per una maglia da titolare.
In caso di vittoria i marsicani aggancerebbero il Vigor Lamezia al quinto posto, ultimo utile all'accesso degli spareggi promozione in serie C1.
Infine per quanto riguarda le decisioni di ieri del giudice sportivo, non figurano calciatori squalificati sia per la Vibonese sia per il Celano.

VALLE DEL GIOVENCO. È tornato ieri ad allenarsi l'Avezzano, reduce dal limpido e meritato successo per 2-0 ottenuto in casa domenica a spese dell'Igea Virtus. Un risultato che, malgrado sia stato netto, non ha rispecchiato a pieno i reali valori tecnici espressi in campo e la dinamica del match, che ha visto una Valle Del Giovenco straripante.
Gli abruzzesi, dopo la leggera flessione che ha relativamente allontanato il primo posto, sembrano ritornati lo schiacciasassi del periodo pre-natalizio.
Gettando l'occhio al futuro, il prossimo turno vede gli uomini di Cappellacci attesi dall'impegnativa trasferta di Andria, sodalizio in piena lotta per evitare i play-out.
Sarà una battaglia ma soprattutto il preludio al “match dell'anno” del 24 febbraio in casa del Benevento. Il morale del gruppo è alto ed i mezzi tecnici e caratteriali ci sono tutti per uscire indenni dalla doppia trasferta.
Proprio l'attuale capolista del torneo è già nei pensieri del tecnico biancoverde Cappellacci: «pensiamo a far bene ad Andria poi ci occuperemo del Benevento. Siamo un ottima squadra e non vedo nessuna formazione superiore a noi, Benevento compresa».
Il giudice sportivo, infine, non ha squalificato nessun giocatore di Avezzano ed Andria.

VAL DI SANGRO. Piove sul bagnato in casa sangrina. Dopo il deludente pareggio interno con l'Andria e l'ultimo posto in solitaria nel girone C di C2, si è avuta la conferma di un brutto episodio avvenuto allo stadio Monte Marcone di Atessa la notte tra sabato e domenica. Alcuni ignoti sono entrati nel piazzale interno del campo comunale ed hanno danneggiato alcune automobili di proprietà di alcuni giocatori e dirigenti della Val Di Sangro.
Il patron del sodalizio sangrino Amerigo Pellegrini, appresa la notizia, ha condannato l'accaduto limitandolo all'azione di pochi teppisti.
Ciò che è accaduto sabato sera, comunque, non fa che aumentare le pressioni per la dirigenza e soprattutto per i calciatori, chiamati ad un finale di stagione durissimo per evitare l'ultimo posto in classifica, ossia la retrocessione diretta in serie D.
Con L'Andria la Val Di Sangro è apparsa troppo contratta e priva di idee soprattutto nel primo tempo. Parziale attenuante la disastrosa direzione dell'arbitro La Rocca che, estraendo un doppio giallo all'indirizzo del centrocampista sangrino Vado, ha costretto i biancazzurri a giocare per oltre un'ora la gara in inferiorità numerica.
La società, a buon ragione, crede ancora nella salvezza in virtù dei soli due punti di distanza dal penultimo posto a undici turni dal termine del campionato. Tutte finali come le ha definite a più riprese il tecnico Luciano D'Agostino. Domenica la squadra è attesa alla difficile trasferta di Noicattaro. È arrivato il momento dal quale non si possono più commettere errori.
Nel frattempo sono stati squalificati per una giornata, dopo i rossi rimediati nell'ultimo turno con l'Andria, i sangrini Vado e Bruno.

Andrea Sacchini 13/02/2008